sex-toys

Sex toys e masturbation gap: come la pandemia ha stravolto le nostre abitudini sessuali

26-01-2022
La pandemia e l'isolamento imposto hanno trasformato le nostre abitudini sessuali, sollecitando la sperimentazione di nuove forme di erotismo. Device e sex toys hanno fatto ingresso nella nostra routine quotidiana con un boom di interesse che sta registrando una crescita inarrestabile e che ha raggiunto il suo picco con i regali di Natale

Secondo un report di Idealo, portale internazionale di comparazione prezzi, nel 2021 l’interesse online nei confronti delle ricerche legate all’universo dei sex toys è aumentato del 32%. Un trend in linea con i dati riferiti al 2020, anno che, con il primo lockdown, ha inaugurato una stagione positiva per il mercato, segnando un incremento record del 143%.

Nel dettaglio, le parole chiave più ricercate dagli italiani sono state: vibratori (43,7%), sex toys per uomini (24,8%), pianificazione familiare (7,7%), dildo (7,5%), preservativi (7,2%), lubrificanti intimi (6,3%) e articoli erotici (2,8%).

L’isolamento ha acceso i riflettori sull’autoerotismo

L’isolamento, il distanziamento sociale, la paura di contrarre il virus e il timore di poter contagiare i propri cari hanno ridotto al minimo la possibilità di condividere il piacere sessuale live, sollecitando la sperimentazione di nuove forme di erotismo. La sessualità, infatti, ha trovato nuovi stimoli: i device e i sex toys. Per i secondi, in particolare, l'interesse online durante i mesi del lockdown è aumentato in media del 110%.

Dicembre 2020 ha registrato il picco delle vendite di oggetti del piacere, spia del fatto che, ormai, il tabù a loro legato sembra caduto. I giochi erotici, oggi, rappresentano un’alternativa valida ai soliti regali di Natale, non imbarazzano più.

Quanto costano gli oggetti del piacere?

In Europa, i sex toys hanno un prezzo di vendita differente a seconda dello stato in cui vengono venduti: con un costo medio di 36,75 euro, la Francia è il Paese più caro. Con un costo medio di 21,79 euro, l’Italia, invece, è tra i Paesi più economici. Nel caso dei vibratori, ad esempio, il costo medio in Italia è 30 euro. In Paesi come la Francia o la Spagna, il prezzo può raddoppiare.

Il ruolo di internet, a tal proposito, è stato cruciale: in media è stato possibile risparmiare di oltre il 50% su articoli erotici e sex toys per uomini e di oltre il 20% su vibratori e lubrificanti intimi

Gli italiani comprano più sex toys

Già con il primo lockdown, In Italia si è registrato un aumento di interesse verso i sex toys del 110%, dato superiore alla media europea: +100,7% per il Regno Unito, +55,9% per la Francia, +36,5% per l’Austria, +23,3% per la Germania e +16,9% per la Spagna. Gli oggetti del piacere più desiderati, non sono gli stessi in tutti i Paesi europei: gli italiani e gli austriaci preferiscono i vibratori (+161,6% e +68,4%), i francesi i dildo (+78,8%), gli spagnoli, i tedeschi e i britannici i sex toys per uomini (rispettivamente +101,0%, +35,3% e +121,4%). 

Il masturbation gap si sta chiudendo

La disparità esistente tra la frequenza con cui il genere femminile e quello maschile praticano l’autoerotismo è nota come masturbation gap. Un’indagine ha rilevato che, al 2021, il divario è sceso al 56% rispetto al 66% registrato nel 2020. Il 33% delle donne che hanno partecipato alla survey ha riferito di non masturbarsi, (contro il 14% degli uomini intervistati) nonostante i valori della libido riferita ai sessi fossero pressoché gli stessi.

Il tabù dell’autoerotismo potrebbe cadere definitivamente con un’adeguata educazione all’orgasmo. Nonostante la mancanza di programmi ufficiali, oltre l’80% dei giovani raccoglie informazioni su internet e i social che, a tal proposito, rivestono un ruolo di primo piano

Wildflowersex, ad esempio, è un’enciclopedia online per imparare a conoscere il proprio corpo e il piacere personale. Progetto nato con l’intento di dare un input sociale alla scoperta dell’amore verso se stessi e verso la propria sessualità, produce sex toys per tutti: per chi è alle prime armi e per chi padroneggia più consapevolmente i propri desideri. Ma non solo: sfata miti, mostra il funzionamento degli articoli, abbatte stereotipi e divulga consigli sul sesso ai propri follower attraverso dirette Instagram, storie, post e molto altro. 

Riproduzione riservata