Love

Non solo ghosting: cosa è il caspering e perché è più subdolo

caspering
Fa male e spesso ci lascia confuse e tristi: si tratta del Caspering, una pratica sempre più diffusa che dovresti fare di tutto per evitare (e riconoscere)

Caspering: come riconoscerlo e distinguerlo dal ghosting

Cos’è il Caspering

Le app di incontri e i social sicuramente hanno cambiato i rapporti e le relazioni, tanto che spesso ormai ci ritroviamo a parlare a fenomeni legati al dating che forse prima non esistevano. Come ad esempio il tanto vituperato ghosting, a cui è legato anche il cosidetto "caspering".

Ma siamo sicuri che questi fenomeni non esistessero anche prima? Prima di andare a fare queste considerazioni dobbiamo però chiarire di preciso cosa significa caspering.

La parola caspering si rifà a Casper, il dolce fantasmino del famoso cartone animato. In realtà il suo significato è molto bene rassicurante del personaggio cui si ispira. Si tratta infatti di un modo – piuttosto vigliacco – di mettere fine a una frequentazione o a una storia d’amore. Il partner in questo caso si allontana progressivamente sino a sparire. In sostanza è una versione piuttosto light del celebre Ghosting, in cui la sparizione è improvvisa. In questo caso invece ci si allontana gradualmente, anche se i segnali che qualcosa sta accadendo sono inequivocabili.

VEDI ANCHE

Ghosting in amicizia: quando a scomparire è un’amica

Lifestyle

Ghosting in amicizia: quando a scomparire è un’amica

Come capire se qualcuno sta facendo caspering

Il primo segnale del Caspering sono i comportamenti gradualmente sempre più freddi nei tuoi confronti da parte dell’altra persona. Si tratta di un sintomo che qualcosa nella relazione non sta procedendo per il verso giusto.

Magari prima questa persona voleva continuamente fare cose assieme e si faceva sentire più volte al giorno, magari anche con grande propositività e progettualità. Ma poi gradualmente hai cominciato a percepire questa persona come sempre più distaccata e distante. Quando gli invii un messaggio non risponde immediatamente come faceva in passato, ma trascorrono diverse ore. Tu inizi a giustificare la cosa, pensando che sia impegnato in altre attività, in realtà si tratta dell’inizio della fine.

Comincia con il ragionarci su: ultimamente ha sempre altri impegni e se gli proponi qualcosa rifiuta con una scusa? Spesso cogliamo il Caspering ancora prima che si palesi: capita, ad esempio, di avvertire una sensazione generale di disagio e malessere, come qualcosa di sgradevole stesse per palesarsi. Fra gli altri segnali di questo modo di terminare una relazione ce n’è anche un altro: esalta un suo amico oppure nota le qualità di un probabile rivale, tentando così di spostare l’attenzione verso qualcos’altro, quando in passato avrebbe mostrato gelosia.

Come evitarlo

La primissima cosa da non fare quando avverti i segnali del Caspering? Parlare! Non sarà nascondendo i problemi sotto il tappeto che riuscirai a salvarti da una possibile rottura.

Se hai la spiacevole sensazione che il tuo partner stia tentando di lasciarti senza nemmeno avere la decenza di dirlo voltarti dall’altra parte non servirà. Piuttosto mettilo di fronte ai suoi comportamenti e costringilo a prendersi le sue responsabilità. Attenzione a non illudersi e a non coltivare le aspettative: con ogni probabilità il risultato sarà lo stesso, cioè la fine della relazione o della frequentazione. Ma almeno avrai avuto un confronto diretto, che per quanto spiacevole ci aiuta a chiudere la questione con meno strascichi e a metabolizzare il colpo senza troppo rimuginare su presunte motivazioni .

La differenza con il Ghosting

Che differenza c’è fra il Ghosting e il Caspering? Entrambi fanno riferimento all’idea di sparire dalla vita di una persona, mettendo fine a un legame, senza però affrontare concretamente una vera e propria chiusura del rapporto.

VEDI ANCHE

Vietato sottovalutare il ghosting: ecco perché può diventare una violenza psicologica

Lifestyle

Vietato sottovalutare il ghosting: ecco perché può diventare una violenza psicologica

Nel primo caso però avviene tutto velocemente e all’improvviso, nel caso del caspering invece tutto è più lento e prolungato nel tempo. Il dolore e la delusione, in ogni caso, sono uguali. Dietro questo modo di comportarsi infatti si nasconde una grande immaturità e la volontà di non affrontare l’altra persona con una discussione o un dialogo. Chi sceglie questa via infatti sparisce nel nulla e all’improvviso, senza fornire nessuna spiegazione, ed eliminando qualsiasi forma di contatto con chi viene abbandonato al suo destino. Sia nel Caspering che nel Ghosting la persona sparisce nel nulla, diventando un fantasma. Non accetta più le chiamate, non risponde ai messaggi, ti blocca sui social network e fa in modo di non farti arrivare più sue notizie.

Le cause del caspering

Quali sono le cause di questo fenomeno? Davanti a un comportamento di questo tipo ci si chiede perché una persona che sembrava nutrire dei sentimenti, improvvisamente diventa egoista e codarda. Ma perché si scompare dall’oggi al domani? I motivi sono tanti, ma spesso dietro tutto c’è un profondo senso di insicurezza e inadeguatezza nei confronti di sé stessi.

Si teme di non essere all’altezza e di non poter affrontare con la giusta grinta una discussione. Un chiarimento faccia a faccia o al telefono sembra dunque insostenibile. Il Caspering quindi viene ritenuto un metodo “indolore” per mettere fine a un legame. Il ghoster ha paura di passare agli occhi degli altri come “il cattivo della situazione” e di deludere chi ha di fronte, per questo rifiuta il confronto e preferisce fuggire.

Come sopravvivere se si è vittime di caspering

A tutti è capitato, almeno una volta, di essere vittime di ghosting o caspering. Cosa fare in questi casi e come sopravvivere alla delusione e alla sofferenza? Innanzitutto è fondamentale non sentirsi in colpa. Non hai nulla di sbagliato e anche se il senso di rifiuto brucia devi pensare che non è colpa tua. Evita di rincorrere la persona che ha scelto di andarsene in questo modo perché non merita considerazione. Se tenterai costantemente di scrivergli o di chiamarlo continuerai solo a farti del male. In questi casi, come accade sempre nel caso di una rottura, le cure migliori sono gli amici e il tempo. All’inizio sarà difficile e ti sentirai persa, tradita da una persona con cui avevi creato qualcosa, ma con il tempo la situazione migliorerà e inizierai a riflettere su ciò che è davvero importante per te.

Riproduzione riservata