Selfcare

Queste sono le strategie intelligenti per affrontare le persone arroganti

persone arroganti
29-11-2023
Non possiamo vivere una vita di solitudine e privazioni sociali, ma possiamo imparare ad avere a che fare con le persone arroganti che, per prerogativa, disprezzano o sminuiscono

Come si affrontano e si gestiscono le persone arroganti?

Le persone arroganti e che disprezzano sono dappertutto: a volte le troviamo a scuola, in università, sul posto di lavoro e nella compagnia di amici. Nel peggiore dei casi sono parenti o partner. Se la regola di base per il quieto vivere è quella di tagliare i rami secchi, sappiamo tutti molto bene che non è sempre facile.

In questo articolo proviamo a fornirti alcune regole di vita generale per imparare a convivere con tutte quelle persone che non possiamo eliminare dalla nostra vita, o che inevitabilmente ci ritroveremo a fronteggiare, anche se solo per un breve periodo di tempo. E partiamo col dire che la pelle dura è una necessità, ma è anche una triste conseguenza.

VEDI ANCHE

Quali sono le differenze tra narcisismo ed egocentrismo?

Lifestyle

Quali sono le differenze tra narcisismo ed egocentrismo?

Arroganza e disprezzo: un cocktail tossico

Se tutte le volte che qualcuno davanti a te apre bocca solo per farti sapere quanto la sua sia la verità assoluta, e quanto tu sia stupido ad aver anche solo pensato il contrario hai un attacco di ansia o di malessere, o anche semplicemente fastidio, sappi che non sei sola. Per quanto si possa combattere con le armi della santa pazienza e dei fatti, del buonsenso o della ragione, avere a che fare con persone arroganti e che disprezzano non porta mai a niente se non a un profondo mal di testa. O al senso di imperante sconfitta.

Quante volte allo specchio hai provato e riprovato il discorso che “avresti dovuto fare” a quela persona insopportabile davanti alla quale non sei riuscito a spiccicare parola, mostrando nella solitudine del tuo bagno l’eloquenza di un oratore professionista? C’è poco da fare. Non sentirti sminuita dal fatto che le parole giuste ti sono venute dopo: se anche le avessi pronunciate nello stesso modo, queste persone hanno dalla loro parte un’arma segreta. Ti trascinano al loro livello e poi ti battono con l’esperienza.

Partiamo da un presupposto fondamentale. Che differenza c’è tra autostima e arroganza? Le persone che stimano loro stesse ripongono fiducia nelle proprie capacità. Non hanno bisogno di paragonarsi alle altre per sentirsi bene con i loro mezzi e le loro capacità. L’arroganza, spesso, nasce invece da una mancanza di autostima: dalla paura di essere visti come incompetenti o mediocri. E così, un arrogante compensa la sua mancanza di sicurezza con l’aggressività.

Le abitudini delle persone arroganti e che disprezzano

Tra le principali abitudini delle persone arroganti ci sono alcuni pattern di comportamento che possiamo riconoscere con un po’ i pratica. Ad esempio:

  • Autoreferenzialità

Ogni conversazione si trasforma in un pretesto per parlare di sé, in un aneddoto o un esempio di come una volta, trovandosi nella vostra stessa situazione, l’arrogante abbia perfettamente padroneggiato la risoluzione.

  • Mancanza di interesse per gli altri

Mancanza patologica di curiosità nei confronti delle vicende altrui. L’arrogante non vuole (leggesi: ha paura di ) sapere come gli altri hanno attraversato un momento difficile, né vogliono conoscere le idee altrui. Non sia mai che la loro strategia sia stata palesemente migliore.

  • Saccenza

Nella sfera del mansplaining, ma si applica anche alle donne che rientrano nella categoria. L’arrogante ti educa, con le sue pazienti e sagge parole, a come devi vedere il mondo. Se per vostra intelligenza (leggesi: stupidità, direbbe l’arrogante) non doveste recepire al primo colpo, preparatevi a essere frullati dalle stesse argomentazioni, espresse con parole diverse, finché non fuggite a Shanghai o vi fingete morti come gli opossum.

  • Interrompe sempre

L’arrogante ti interrompe di continuo mentre stai parlando, perché di sicuro quello che ha da dire lui è mille volte più saggio.

  • Incapacità di dialogo

Nel mezzo di una discussione che stai vincendo, l’arrogante smette di punto in bianco di ascoltarti o “la butta in caciara”.

Se questi comportamenti vi ricordano qualcuno, ebbene, eccoci qui. Impariamo a disarmarli.

VEDI ANCHE

Persone tossiche: come riconoscerle e come neutralizzarle

Lifestyle

Persone tossiche: come riconoscerle e come neutralizzarle

Come affrontare e gestire le persone arroganti

Entrare in competizione con una persona arrogante fomenta l’aggressività in soggetti che, questa emozione, la mangiano a colazione. Ciò significa che perderete.

Il vostro obiettivo è evitare che i fumi della rabbia vi salgano al cervello e ascoltare con attenzione tutte le parole che vi vengono rivolte: non dovete farvi influenzare. Con tutta la buona volontà, è assai probabile che nessun arrogante ascolterà mai davvero il vostro punto di vista. Non fatevi illusioni: la vostra opinione non sarà ascoltata, e con ancora meno probabilità verrà presa in considerazione. Se succederà, l’arrogante la farà sembrare un’idea sua.

Mantieni la calma e il controllo: Non lasciarti trascinare nell'arroganza altrui. Mantieni la calma e rispondi in modo misurato. Questo ti aiuta a mantenere il controllo della situazione.

Ascolta attentamente: Spesso l'arroganza nasconde insicurezze o bisogni non espressi. Ascoltare attentamente può aiutarti a capire la vera causa del comportamento di questo tipo di persona.

Stabilisci limiti chiari: È importante stabilire limiti chiari su ciò che è accettabile e ciò che non lo è. Comunicare questi limiti in modo chiaro può ridurre comportamenti arroganti. Non c'è bisogno di urlare o di essere aggressive: bastano poche misurate parole per far capire a un arrogante qual è il punto oltre il quale non dovrebbe spingersi.

Usa l'umorismo con cautela: L'umorismo può alleggerire l'atmosfera, ma va usato con cautela per non sembrare irrispettoso o provocatorio.

Evita di prenderla sul personale: ricorda che l'arroganza è spesso più legata alle insicurezze della persona che non a te personalmente.

Chiedi aiuto: Se l'arroganza di una persona inizia a influenzare negativamente il tuo benessere, cerca supporto da amici, colleghi o professionisti. Anche solo sfogarsi e buttar fuori il malessere può essere di grande aiuto.

Mantieni le distanze: a volte, la soluzione migliore per neutralizzare questo tipo di persona è mantenere le distanze e limitare l'interazione il più possibile.

Evita di gettare benzina sul fuoco manifestando sentimenti come compatimento, compiacenza o compassione. Non farai che alimentare un incendio devastante. Devastante per chi? Per la tua sanità mentale, e basta. In ultima istanza, la verità è che gli arroganti vanno lasciati cuocere nel loro brodo. E se la loro esistenza vi crea un problema, è importante allontanarli il più possibile dalla quotidianità. Meritate aria fresca, e non aria fritta.

Riproduzione riservata