Love & Sex

Cosa significa essere gender fluid

ragazza gender fluid
15-12-2021
Agata Maini
La persona gender fluid appartiene alle identità sessuali non binarie che tanto fanno parlare negli ultimi tempi: ecco cosa significa affrancarsi dalle etichette della società

Cosa significa essere gender fluid, e cosa comporta per l’orientamento sessuale? La persona che si rivede in questa definizione esprime una preferenza nell’identità di genere, cosa del tutto differente dall’orientamento sessuale. Per rispondere alla seconda domanda, dunque, si tratta di due concetti piuttosto scollegati tra loro.

L’identità di genere è uno spettro: non ci sono solo maschi e femmine. C’è un universo che ti aspetta. Inoltre, una persona fluida può essere eterosessuale o gay. Quello che cambia è il genere.

Identità di genere e sesso biologico vs. orientamento sessuale

L’identità di genere è ciò che ti senti, mentre l’orientamento sessuale è ciò che ti attira. Entrando più nel dettaglio, è opportuno fare rifermento al sesso biologico, ovvero quello determinato dai cromosomi dell’individuo, e il genere derivato dall’immagine che una persona ha di se stessa. Non sempre i due elementi corrispondono. L’espressione di genere si manifesta attraverso il modo in cui ci mostriamo al mondo esterno, decidendo di modificare il nostro aspetto per entrare in contatto con la nostra idea di ciò che siamo.

Questi doverosi distinguo, un tempo minimizzati con la banalità della frase “ai ragazzini piace complicarsi la vita”, aprono le porte a una meravigliosa pluralità di sfumature. Per esempio, coloro che ritengono che il loro sesso biologico e l’identità di genere combacino, sono chiamati cisgender.

Attenzione: se ti senti una donna, non significa che debbano piacerti gli uomini. Né viceversa. So che possiamo sembrare ripetitivi, ma è importante capire che l’identità di genere ha poco a che vedere con le persone che ti attirano. Identificarsi in una donna è molto più che “desiderare un uomo”. È una dimensione completamente differente che trascende cosa vuoi, ed entra nella sfera del cosa sei.

Senza entrare nelle dinamiche queer e non binarie, arriviamo al dunque. Il gender fluid è una persona che non ama le etichette. Si identifica in modo non binario in ognuna di queste, e in nessuna allo stesso tempo. Una persona fluid non ha un’identità di genere, né una sessualità costanti nel tempo. Ecco perché “è fluida”. Un giorno potrebbero sentirsi bigender, mentre un altro giorno agender e non sentirsi rappresentati né dall’etichetta di uomo, né da quella di donna. L’unica differenza è il tempo trascorso.

Gender fluid e disforia di genere

È importante non fare confusione tra disforia di genere e persone gender fluid. La persona che soffre di disforia di genere, citando l’attivista transgender Monica Romano, “vive una condizione caratterizzata da un profondo e insopprimibile disagio provocato dalla discrepanza fra genere percepito/esperito e quello assegnato alla nascita, e compromette aree di vita significative”. Le persone che sperimentano questo disagio, di solito, si identificano come transgender e possono decidere di avviare un percorso di transizione.

Una persona gender fluid non è necessariamente affetta da disforia, e di solito vive in maniera arricchente la sua pluralità. Non esiste un periodo di tempo predefinito che riguarda la variazioni. La fluidità non è necessariamente una fase, ma attraversa momenti in cui il soggetto si identifica in un uomo, in una donna, in entrambi o nessuno di questi. Con i suoi modi di mostrarlo al mondo, i suoi tempi e la sua libertà di farlo.

Le persone fluide non necessariamente decidono di intraprendere un percorso di transizione e non sempre sentono il bisogno di uniformarsi alle etichette di genere imposte dalla società.

Gender fluid o pansessuale?

Facendo riferimento all’errore che abbiamo già analizzato in precedenza, si potrebbe pensare che una persona fluida sia anche pansessuale, ovvero una persona attratta da qualunque genere.

Una persona gender fluid, che nel corso della sua vita si sente in modi diversi, non ha per forza un desiderio sessuale nei confronti di tutti i gender. Orientamento sessuale e identità di genere, spesso assimilati in passato per comodità, dovrebbero sempre essere tenuti ben distinti.

Come si presenta

Accettarsi è un processo che passa attraverso di sé e nessun altro. Tuttavia, una società in grado di comprendere e rispettare le scelte altrui rende tutto più facile. L’espressione di genere è un mezzo con cui le persone scelgono di manifestare la loro identità alla società.

Non esiste una chiave di decodifica assoluta per identificare la persona gender fluid, la quale tendenzialmente asseconderà ciò che le piace fare. Alcune persone potrebbero infatti decidere di alternare accessori da uomo e da donna in base a come si sentono in quella giornata. Alcune persone scelgono di fasciarsi il seno, e chi invece decide di avere bisogno di una cura ormonale dopo averne parlato col medico.

In generale, la persona fluida esercita una forma di libertà assoluta, non binaria, per cui le etichette “maschio” e “femmina” sono intercambiabili in maniera del tutto arbitraria. In base a come si sentono in quel particolare momento, potrebbero anche richiedere che vengano utilizzati pronomi diversi in base al modo in cui stanno manifestando la loro espressione di genere di quel momento specifico.

Riproduzione riservata