Entertainment

Due Donne: su Netflix il film che racconta una storia di razzismo, sessismo e segregazione

Ruth Nigga e Emma Thompson sono le protagoniste del film Passing
08-11-2021
Tra le pellicole da non perdere in streaming a novembre c'è anche Passing – Due donne.

Se ti appassionano le storie tratte da libri, segnati il titolo Passing – Due donne. É un film di oggi che ci riporta indietro nel tempo, per raccontare una storia che tratta temi importanti come il razzismo e il fenomeno del «passing». Con un plus: il cast, la regista e anche la scrittrice del romanzo da cui è tratta la pellicola sono tutte donne.
A scrivere la sceneggiatura (quindi l’adattamento del libro) è stata Rebecca Hall, attrice – attualmente protagonista del thriller La casa oscura su Disney+ – che proprio con Due Donne debutta alla regia.

Il libro da cui è tratto il film

Due donne è l’adattamento dell’omonimo romanzo Passing (che è anche il titolo originale della pellicola) del 1929 di Nella Larsen. La scrittrice statunitense nata da madre danese e da padre originario delle Indie Occidentali era nata a Chicago nel 1891 ed è morta a New York nel 1964. La Larsen è conosciuta come una delle esponenti del cosiddetto Harlem Renaissance, in particolare per due romanzi: Sabbie mobili (Quicksand) del 1928 e, per l’appunto Passing del 1929.

Cos’è l’Harlem Renaissance

L’Harlem Renaissance (in italiano Rinascimento di Harlem) è un movimento di risveglio artistico-culturale afroamericano sviluppatosi negli anni venti negli Stati Uniti. Il termine è nato in seguito alla pubblicazione dell’antologia di racconti The New Negro di Alain Locke, nel 1925. Il centro nevralgico del movimento fu il quartiere newyorkese di Harlem (da cui prese il nome) e da lì si espanse nei centri urbani di tutti gli Stati Uniti.

Cosa significa Passing

Il termine «Passing» è la capacità di una persona di essere considerata membro di un gruppo o di una categoria di identità, spesso diversa dalla propria, che può includere identità razziale, classe sociale, orientamento sessuale, genere, religione, età etc. Storicamente il termine passaggio si riferiva agli americani di razza mista o che si identificano o vengono percepiti come appartenenti a un gruppo razziale diverso, ovviamente per proteggersi dallo stigma razzista.

Proprio il romanzo di Nella Larsen da cui è tratto il film Due donne ha consolidare a stabilire il termine in senso razziale. Il libro, infatti, è stato scritto ed è ambientato durante il Rinascimento di Harlem, quando il «passing» era molto comune. Il fenomeno è andato diminuendo grazie al movimento per i diritti civili degli anni ’60 degli afroamericani.

Quando esce in streaming

Il film Due Donne è disponibile in streaming su Netflix dal 10 novembre 2021. Il libro da cui è tratto il libro sarà anche al centro della puntata del 16 novembre di Netflix Book Club, il club del libro per appassionati di serie tv e film adattati da libri, condotto dall’attrice Uzo Aduba.

La trama

Il film Due Donne – Passing racconta la storia di Irene Redfield e Clare Kendry. È ambientato nella New York di fine anni Venti, nel clima del cosiddetto Harlem Renaissance. Le due donne sono afroamericane, ma potrebbero “passare” per bianche per tratti poco marcati. Le due ragazze hanno compiuto scelte diametralmente opposte. Quando le due ex amiche d’infanzia si incontrano casualmente in un pomeriggio d’estate, si confrontano con le loro vite. Ora Irene è sposata con un uomo nero, un medico benestante; è madre di due figli e vive ad Harlem. Clare invece affronta la sua vita con la pratica del «passant blanc» e si fa passare per bianca. Anche lei è madre ed è una donna sposata, ma con un uomo bianco e razzista che ignora le sue origini e la sua vera identità. Pur con riluttanza, Irene apre le porte di casa sua a Clare. Lei prima entra nelle grazie del marito e della sua famiglia e poi in quelle della sua ampia cerchia sociale. Più le vite delle due donne si intrecciano profondamente e più Irene vede Clare sconvolgere la sua esistenza, fino ad allora stabile.

Di cosa parla

Di certo il tema del razzismo è molto forte nel film, soprattutto considerando che una delle due protagoniste decide di farsi passare per bianca. Nel caso di Due Donne, tuttavia, il concetto è molto più complesso, poiché la nozione di «passing» viene adottato anche per il genere e le responsabilità della maternità, della sessualità e la celebrazione della femminilità in un’epoca in cui le donne non avevano certo gli stessi diritti degli uomini nella società.
Il film affronta quindi anche il tema della repressione e delle bugie che le persone raccontano a sé stesse e agli altri per proteggersi dalla realtà.

Il cast

Due sono le protagoniste di Due donne: Emma Thompson e Ruth Nigga. Emma Thompson interpreta Irene e certo la ricorderai (soprattutto) come Valchiria nei film della Marvel e nel ruolo di Bianca in Creed e Creed 2. A interpretare Claire, invece, Ruth Nigga, a sua volta attrice nota che ha ottenuto la sua prima candidatura ai Golden Globe, al Premio BAFTA e al premio Oscar come protagonista di Loving nel 2017.

Un film da vedere

Se ancora hai bisogno di ulteriori motivi per Passing – Due donne, ecco qui qualche spunto. Si tratta di una pellicola in bianco e nero, girata in formato 4:3. Il direttore della fotografia Eduard Grau (A Single Man, Boy Erased) ha scelto con la regista di non utilizzare il colore è fondamentale per evidenziare al meglio, dal punto di vista visivo, le contraddizioni della società americana del tempo e il legame tra Irene e Clare.

Il trailer

La pellicola, che sarà distribuita su Netflix, ha collezionato varie nomination ai Gotham Independent Film Awards, che sono premi cinematografici statunitensi destinati al cinema indipendente. In particolare, il film ha ottenuto la candidatura come Miglior film, Miglior regista esordiente a Rebecca Hall, Miglior sceneggiatura (a Rebecca Hall), Miglior interpretazione alla protagonista (Tessa Thompson) e alla non protagonista (Ruth Negga).

Riproduzione riservata