Donna legge un libro

10 libri LGBTQIA+ che devi proprio leggere (senza perdere altro tempo)

10 libri LGBTQIA+ che devi proprio leggere (senza perdere altro tempo) per scoprire un mondo fatto di coraggio e accettazione.

Hanno segnato un’epoca, spesso sono stati ostacolati, ma hanno avuto il merito di raccontare, con coraggio e forza, la verità. Sono i libri LGBTQIA+: romanzi che narrano storie vere, che ci portano in un mondo fatto di amore e di percorsi – spesso difficili e contorti – per scoprire sé stessi.

Il blu è un colore caldo di Julie Maroh

Una grapich novel straordinaria, con un titolo accattivante e una storia coinvolgente. Da questo libro di Julie Maroh è stato tratto il famoso film La vita di Adele, diretto da Abdellatif Kechiche e vincitore nel 2013 del Festival di Cannes. L’autrice racconta la storia d’amore fra Clementine, studentessa al quarto anno delle superiori, ed Emma, una ragazza dai capelli blu che studia alle Belle Arti. L’incontro fortuito cambierà la vita di entrambe, fra sentimenti forti, ma anche paura e insicurezze che finiranno per dividerle.

Chiamami col tuo nome di Andrè Aciman

Durante un’estate sulla riviera ligure, Elio e Oliver si innamorano. Il primo è il figlio di un famoso professore universitario, il secondo uno studente americano in vacanza in Italia. Aciman ci racconta un amore forte e passionale, capace di resistere agli ostacoli e di diventare immortale, nonostante tutto. Questo libro LGBTQIA+ ha ispirato generazioni e scalato le classifiche dei romanzi più venduti, ispirando anche l’omonimo film di Luca Guadagnino.

Middlesex di Jeffrey Eugenides

Vincitore del prestigioso premio Pulitzer nel 2003, Middlesex racconta la storia di una famiglia attraverso tre generazioni. Sino alla nascita di Callie – Calliope, ragazzo intersessuale che svela la sua esistenza, fra innamoramenti, prime esperienze sessuali e la ricerca del proprio posto nel mondo. L’opera affronta un tema molto particolare, coinvolgendo il lettore nella vita di un protagonista che affascina e conquista. “Sono nato due volte – spiega Callie -: bambina, la prima, un giorno di gennaio del 1960, in una Detroit straordinariamente priva di smog, e maschio adolescente, la seconda, nell’agosto del 1974, al pronto soccorso di Petoskey, nel Michigan”.

Pomodori verdi fritti al caffé di Whistle Stop di Fannie Flagg

Pubblicato nel 1987, Pomodori verdi fritti al caffé di Whistle Stop è un vero e proprio cult. Un romanzo agrodolce e straordinario, impossibile da dimenticare. Anche grazie all’adattamento cinematografico del regista Jon Avnet. Racconta infatti la storia d’amore fra Ruth e Idgie, con personaggi che ruotano intorno al caffè di Whistle Stop in Alabama, dove vengono preparati degli squisiti pomodori verdi fritti. L’autrice si muove fra gli anni Trenta e gli anni Ottanta, affrontando temi importanti, fra flashback e riflessioni sull’amore e non solo.   

Brokeback Mountain di Annie Proulx

Un romanzo delicate e intenso, che il pubblico ha scoperto grazie al famoso film di Ang Lee. Brokeback Mountain si divora, una pagina dopo l’altra, in poche ore, grazie a un ritmo incalzante e alla voglia di scoprire cosa accadrà ai due protagonisti. La relazione fra due cowboy, nel contesto rurale e omofobo del Wyoming, vivrà un lungo percorso, fra alti e bassi, nel tentativo di trovare il proprio posto nel mondo e farsi accettare.

Non ci sono solo le arance di Jeanette Winterson

Parzialmente autobiografico, questo romanzo di Jeanette Winterson racconta la scoperta della sessualità e tutto ciò che viene dopo. La protagonista, cresciuta in una famiglia estremamente religiosa e bigotta, si innamora di una ragazza. Sarà dunque sottoposta a un esorcismo nel tentativo di “estirpare” quel sentimento. Questa esperienza durissima e difficile la porterà ad allontanarsi dalla famiglia, alla ricerca di un ambiente meno oppressivo, in cui vivere l’amore senza vincoli.

The Danish Girl di David Ebershoff

Un storia d’amore e di trasformazione: è quella raccontata da David Ebershoff in The Danish Girl. Il romanzo ha per protagonista Lili Elbe, pittrice danese che si è definita per la prima volta transessuale. Fra i libri LGBTQIA+ questo è senza dubbio uno fra i più importanti e famosi. L’autore ci porta nell’esistenza di Lili, raccontando il suo processo lungo e difficile per scoprire sé stessa.

Orlando di Virginia Woolf

Una dedica d’amore struggente e splendida: è Orlando di Virginia Woolf, un libro LGBTQIA+ dedicato all’attivista britannica Vita Sackville-West, amante della scrittrice. La Woolf narra la storia delle avventure spazio-temporali di Orlando, cortigiano di epoca elisabettiana che vivrà varie esistenze. L’uomo si addormenta e si ritrova in periodi storici differenti, mutando sesso e tempo, ma senza mai perdere la voglia di trovare l’amore vero, fra il Settecento e il Novecento.

Maurice di Edward Morgan Forster

Considerato fra i libri cult LGBTQIA+, Maurice è il romanzo postumo di Edward Morgan Forster, ambientato nei primi anni del Novecento in Inghilterra. Scritto ne 1914 e pubblicato dopo la scomparsa dell’autore, il racconto segue le vite di Maurice e Clive, compagni di college legati in modo profondo e intenso. Dovranno nascondere la loro relazione e combattere contro le convenzioni sociali della loro epoca.

Diario del Ladro di Jean Genet

Nella metà del Novecento, Jean Genet decise di dare voce a chi non l’aveva, raccontando le sue pulsioni sessuali e la voglia di ribellarsi a un sistema repressivo. Non a caso questo è fra i libri LGBTQIA+ più perseguitati e discussi. L’autore francese ripercorre le avventure di anime perse, ma straordinariamente libere, che vivono di furti e truffe, fra droga, prostituzioni e carcere.

Riproduzione riservata