Entertainment

Run Hide Fight: su Rai 4 un film che scuote le coscienze

run hide fight sotto assedio film rai 4
Va in onda su Rai 4 il film Run Hide Fight – Sotto assedio che, attraverso il punto di vista di una diciassettenne, invita a riflettere sulle stragi di massa nelle scuole e sull’uso improprio delle armi.

Rai 4 trasmette la sera del 25 giugno il film Run Hide Fight – Sotto assedio, presentato fuori concorso al Festival di Venezia 2020. Diretto da Kyle Rankin, il film di Rai 4 Run Hide Fight – Sotto assedio è interpretato da Thomas Jane, Radha Ritchell e Isabel May, e racconta la storia di Zoe, un’adolescente che sta per diplomarsi in un momento molto difficile della sua vita a seguito della morte della madre (Radha Mitchell).

Per distrarsi esce a caccia col padre Todd (Thomas Jane), ex membro delle forze speciali. Un giorno, mentre Zoe è a scuola, quattro studenti assediano l'edificio e irrompono con un furgone all'interno del bar della scuola. Utilizzando le tecniche apprese dal padre, Zoe riesce a sfuggire agli attentatori.

“Ho scritto Run Hide Fight - Sotto assedio per affrontare la mia paura e impotenza di fronte alle sparatorie di massa”, ha dichiarato il regista del film di Rai 4. “Il mio intento non è mai stato quello di sfruttare il dolore di qualcuno, ma quello di dar vita a un confronto civile sulle armi in America. Il film non è concepito né a favore né contro le armi, in modo da incoraggiare un dialogo anziché una divisione, soprattutto tra amici che hanno visioni opposte su un tema complesso come questo”.

“Spero che guardando il film, il pubblico pensi a quali scelte farebbe e chi vorrebbe essere se si trovasse nella posizione di Zoe. In definitiva, il film vuole essere emotivamente vero e lasciare agli spettatori un ricordo che sembri quasi il loro”.

La trama del film

Zoe Hull, la diciassettenne al centro del film di Rai 4 Run Hide Fight – Sotto attacco, ha delle questioni irrisolte. Non ha ancora superato la recente morte di sua madre e talvolta le parla come se fosse ancora viva. Non sopporta suo padre, un ex-militare, per la sua apparente mancanza di emozioni, ma ogni giorno indossa la sua giacca dell’esercito come fosse un’armatura.

Il suo migliore amico, Lewis, le ha appena chiesto di accompagnarlo al ballo di fine anno, perché vorrebbe che la loro relazione diventasse qualcosa di più di quanto lei sia in grado di gestire. Tutto ciò che Zoe vuole è passare le poche settimane conclusive del suo ultimo anno di scuola e andarsene al college per cominciare una nuova vita. Invece, la sua scuola viene attaccata da quattro studenti nichilisti e armati, che hanno intenzione di trasformare il loro assedio nella peggior sparatoria scolastica della storia.

Gli assassini prendono velocemente il controllo della situazione e puntano le armi contro i sopravvissuti per radunarli insieme, trasformando una sparatoria in un sequestro di ostaggi e tenendo la polizia a debita distanza. Il capobanda, Tristan, registra gli eventi in diretta livestream, ottenendo la fama mondiale che desidera. Utilizzando le tecniche che il padre le ha insegnato, Zoe riesce a fuggire, ma rischia la vita per tornare all’interno della scuola. Senza avere un piano, guidata dall’istinto, salva chi può, fino a rendersi conto di essere pronta non solo ad aiutare gli altri a fuggire e nascondersi, ma ad affrontare gli assassini e combattere.

Il poster italiano del film di Rai 4 Run Hide Fight - Sotto assedio.
Il poster italiano del film di Rai 4 Run Hide Fight - Sotto assedio.

Perché vederlo

La tragedia irrompe nella quotidianità: Zoe Hull, una studentessa diciassettenne ancora scossa dalla perdita della madre, si ritrova catapultata in un incubo quando un gruppo di studenti armati prende il controllo della Highland High School, trasformando i suoi compagni in ostaggi.

Resistenza e rabbia: Invece di seguire le istruzioni terroristiche e nascondersi, Zoe decide di reagire. Armata del fucile da caccia del padre, inizia a contrastare i malviventi, uccidendone alcuni e liberando alcuni ostaggi. La sua resistenza scatena la furia del capobanda, Tristan, che la trasforma in bersaglio e la costringe a combattere per la sua vita.

Oltre la sopravvivenza: La lotta di Zoe non si limita all'eliminazione dei terroristi. Deve affrontare anche i suoi demoni interiori, i traumi del passato e le paure che la paralizzano. La sua ostinata volontà di sopravvivenza diventa un simbolo di speranza per gli altri ostaggi, una sfida al sistema che ha permesso che una simile tragedia potesse accadere.

Un film che scuote le coscienze: Run Hide Fight - Sotto assedio, proposto da Rai 4, non è un semplice film d'azione. È un'opera cruda e realistica che getta luce su temi scottanti come la violenza scolastica, il diritto di possedere armi da fuoco e le conseguenze psicologiche dei traumi. Il film non risparmia lo spettatore, mostrando la brutalità degli eventi e la fragilità della vita umana.

Personaggi complessi e sfaccettati: Zoe non è un'eroina infallibile, ma una ragazza imperfetta che si ritrova ad affrontare una situazione estrema. La sua rabbia e il suo desiderio di vendetta sono comprensibili, ma la sua crescita personale sta nel saper trasformare questi sentimenti in qualcosa di più costruttivo.

Un finale che invita alla riflessione: Il film non si conclude con un lieto fine consolatorio, ma con una riflessione sul prezzo da pagare per la violenza e sull'importanza di fare fronte ai traumi per poter andare avanti.

Run Hide Fight - Sotto assedio è un film che non lascia indifferenti. È un'opera disturbante, ma allo stesso tempo potente e commovente che invita a riflettere su temi importanti e di attualità. Non è un film per tutti, ma sicuramente è un film che rimane impresso nella memoria e che stimola la discussione.

Run Hide Fight - Sotto assedio: Le foto del film

Photo credit: Danny Fulgencio dfulgencio.com
1/14
2/14
3/14
4/14
5/14
6/14
7/14
8/14
9/14
10/14
11/14
12/14
Photo credit: Danny Fulgencio dfulgencio.com
13/14
14/14
PREV
NEXT
Riproduzione riservata