Oriana Fallaci

Il libro Un Uomo di Oriana Fallaci diventerà una serie tv

Le parole che la giornalista ha scritto, le esperienze che ha vissuto, il tribolato scontro di cuori e intelletti: Un uomo di Oriana Fallaci dovrebbe diventare presto una serie tv

C'è un mistero che nessuno potrà mai svelare e quel mistero riguarda le logiche ingarbugliate dell'amore. Logiche che permeano Un uomo di Oriana Fallaci, e lo rendono una biografia unica nel suo genere.

Talmente unica da essere strenuamente difesa dalla giornalista, che in vita ne ha preservato l'essenza non ammettendo alcuna declinazione cinematografica. Già, neanche quando le richieste sono arrivate da vere stelle.

Ora, però, qualcosa è cambiato. A ridosso dell'anniversario della morte della prima donna italiana ad andare al fronte in qualità di inviata speciale si pongono le basi per trasformare Un uomo in una serie tv pronta a rispettare gli alti standard che Oriana avrebbe imposto.

Un uomo di Oriana Fallaci: la trama

«Il poeta ribelle, l'eroe solitario, è un individuo senza seguaci. Non trascina le masse in piazza, non provoca le rivoluzioni. Però le prepara»: con la sua penna furente Oriana ha vergato il ritratto senza fronzoli di Alekos Panagulis.

Sì, perché Un uomo di Oriana Fallaci è una biografia, un romanzo verità che segue la storia dell'uomo che lei ha più amato. Prende le mosse dal suo primo atto di coraggio: quello di cercare di compiere un attentato per eliminare il tiranno Geōrgios Papadopoulos.

Alekos è ancora giovane, è solo uno studente di ingegneria, ma incarna già l'ideale di uomo di cui Oriana poteva avere stima. Lei, che dall'alto della sua macchina per scrivere descriveva impietosamente ogni sfumatura della realtà, individua in Alekos un essere umano degno di nota. E lo osserva.

Il fallimento dell'attentato è l'inizio di un percorso tanto drammatico quanto coraggioso: Alekos viene catturato, torturato, condannato a morte. La sua sentenza finale viene però costantemente rimandata perché il regime si rende conto che l'esecuzione legale procurerebbe un grave danno d'immagine.

Tuttavia, Panagulis continua a subire delle torture che sopporta stoicamente. La Fallaci ne descrive l'animo acceso, lo spirito indomabile, l'inafferrabile follia che lo rende così affine a una parola che le è tanto cara: Resistenza.

La resistenza di Alekos la spinge a incontrarlo per intervistarlo. I suoi ideali, la sua intelligenza, il suo impegno politico fanno sì che proprio in quell'occasione non scocchi solo la scintilla, ma si accenda un fuoco che darà vita a una storia d'amore senza pari.

Alekos e Oriana, un amore rocambolesco

Il racconto della storia d'amore è il nucleo di Un Uomo di Oriana Fallaci pur non essendo la sua unica anima. La biografia scritta da Oriana non è artificio e non è mai voluta essere una svenevole dedica d'amore.

È il perfetto esempio della lucida mente dell'autrice, che parla del suo compagno descrivendone nel modo più accorato e allo stesso tempo sincero la lotta per rovesciare la dittatura militare, il suo dedicarsi a progetti sovversivi e il suo profondo senso di delusione nel rapportarsi con un popolo sempre più soggiogato, sempre più sottomesso e distante dalla libertà.

Negli anni del loro amore, Alekos e Oriana sono sotto osservazione da parte dei servizi segreti in Grecia, ma riescono a fuggire in Italia. La loro permanenza nella penisola è tra i momenti più intensi, dove la relazione matura, prende forma, si plasma.

La Fallaci rimane incinta, ma a causa dei loro crescenti litigi, perde il bambino. La relazione diventa una montagna russa: momenti di idillio e complicità si alternano a fasi in cui i due si sentono pianeti distanti, orbitanti intorno a soli completamente diversi.

L'epilogo di una storia senza precedenti

Forse anche per questo, ma soprattutto per la sua indole ribelle e rivoluzionaria, Alekos torna in Grecia. Riesce a entrare in politica e riesce nell'ancor più spinoso intento di raccogliere le prove della corruzione profonda della democrazia greca.

Saranno proprio queste prove a condannarlo a morte: quando inizierà a renderle pubbliche, infatti, Alekos diventerà un obiettivo. Viene ucciso dopo un lungo inseguimento in auto, che culmina in un incidente provocato da due sicari.

Oriana ne racconta la storia. Racconta le vergogne degli occultamenti riguardanti la morte dell'uomo che amava, dicendo esplicitamente che il Governo ha ignorato i testimoni e cancellato delle tracce e dei documenti essenziali.

Un uomo di Oriana Fallaci si chiude con il funerale di Alekos, con una massa esultante che inneggia a lui. Con delle urla che simboleggiano una presa di coscienza collettiva.

La serie tv

Non si hanno ancora notizie certe sulla serie tv: ciò che è noto è che il nipote dell'autrice, Edoardo Perazzi, ha confermato l'accordo con un ancora ignota casa di produzione americana.

Perazzi, che è erede e detentore dei diritti d'autore delle opere della Fallaci, ha affermato che la trasposizione in fiction seguirà le indicazioni della giornalista che non ha mai voluto sfumature stucchevoli.

Si cercherà dunque di rispettare la volontà di Oriana di parlare del suo Alekos come di un eroe che si batte per la libertà e per la verità, che lotta contro tutte le dittature e gli indottrinamenti, senza però scadere nel banale.

Riproduzione riservata