Trend

5 imprenditrici under 30 da seguire per trovare ispirazione (e coraggio)

imprenditrici under 30
30-01-2022
Agata Maini
Se sei alla ricerca di una fonte di ispirazione per i tuoi sforzi professionali, allora ti consigliamo di seguire queste 5 imprenditrici under 30 che stanno facendo la differenza

Le 5 imprenditrici under 30 che presentiamo in questo articolo ti faranno rivalutare completamente le tue prospettive future. Sono donne che hanno saputo fare la differenza in mondi spesso ostili alle donne, senza arrendersi. Donne che fanno venire voglia di rimboccarsi le maniche e iniziare la propria avventura imprenditoriale.

Ecco cinque nomi da tenere d’occhio e da prendere come ispirazione anche in quei periodi che ci appaiono senza sbocchi futuri. Chissà, magari un giorno proprio il tuo nome farà parte dell’elenco!

Danila De Stefano

Danila De Stefano ha 29 anni ed è la CEO e fondatrice di Unobravo. Femminista, motivata, determinata e caparbia, Danila ha fatto la differenza creando il portale di riferimento per tutti coloro che sono alla ricerca di aiuto psicologico. Sul suo portale, figlio di una startup innovativa nata meno di 2 anni fa, migliaia di terapeuti offrono le loro terapie psicologiche online.

Per lei la differenza l’ha fatta la qualità. Non a caso il sito si chiama Unobravo, e in pochissimo tempo è diventato il centro di gravità di questo settore.

Di origini napoletane, è psicologa e vive a Londra da più di 5 anni. È stato Forbes a riconoscerla tra le imprenditrici under 30 che si sono distinte nel loro campo. In un'intervista ha dichiarato di aver creato il progetto per rivolgersi al mercato delle sedute psicologiche online, in italiano, da proporre anche e soprattutto alla comunità expat. Adesso Unobravo opera con più di 200 tra psicologi e psicoterapeuti, non solo in Italia ma anche in USA, Spagna e Polonia.

Giada Zhang

Classe ’95, Giada Zhang è la millennial da tenere d’occhio per tutti coloro che sognano un futuro imprenditoriale di grande successo nel campo del food ma non solo. Lei, infatti, è la fondatrice di MULAN Group, prima azienda ad aver portato piatti pronti orientali realizzati con prodotti made in Italy nei supermercati di 15 regioni.

Piatti orientali made in Italy? La domanda sorge spontanea, eppure in questa frase troviamo l’essenza di chi è davvero la Zhang: una donna a metà tra due culture. Una donna che ha dovuto combattere ovunque fosse per farsi accettare così com’è, e che attraverso l’imprenditoria ha saputo gridare al mondo che anche lei esiste.

Figlia di immigrati cinesi, Giada è nata e vissuta a Cremona, laureandosi con il massimo dei voti alla Bocconi. Adesso è l’amministratrice delegata di MULAN Group, un’azienda nata da un ristorante a conduzione famigliare che, ad oggi, conta un impianto industriale di oltre quattromila metri quadrati nel cremonese. E se ti stai chiedendo se il nome Mulan è un caso, beh, assolutamente no!

Elisa Piscitelli e Mariapaola Testa

Tra le imprenditrici under 30 da tenere d’occhio non possiamo non menzionare Elisa Piscitelli e Mariapaola Testa. Sono le fondatrici di Futurely, una startup che prende di petto il problema immenso del gap tra scuola e lavoro, aiutando a colmarlo.

La missione della Piscitelli e della Testa è quella di “accompagnare gli studenti a coltivare le competenze in modo individuale”. Se sei appena uscita dalle scuole superiori e non sei ancora certa di chi sei, sappi che non sei sola. Potrai anche essere l’unica della tua classe, ma tante ragazze come te – e tanti ragazzi – faticano a inquadrare il loro percorso futuro. Futurely nasce per dare una direzione a chi non l’ha ancora trovata – e a chi la vuole cambiare.

Elisa e Mariapaola hanno ascoltato studenti, presidi, insegnanti e hanno saputo individuare il nocciolo di un problema che, almeno in Italia, accomuna aspetti sociali, economici e umani, aiutando le persone a sentirsi più realizzate e soddisfatte. Queste due donne hanno trovato il loro business in un buco che, purtroppo, contraddistingue l’Italia del giorno d’oggi, e che vede l’università venir meno al suo ruolo di “ascensore sociale”.

Amelia Tomasicchio

Blockchain? Criptovalute? No problem, te le spiega lei. Amelia Tomasicchio è una delle imprenditrici under 30 segnalate da Forbes che stanno facendo girare la testa al mondo. La Tomasicchio è fondatrice di The Cryptonomist, quotidiano online che spiega e raccoglie le novità in materia di blockchain e criptovalute.

Nel 2021 il suo sito aveva più di mezzo milione di visite al mese, e continua a crescere anche forte del fatto che la Tomasicchio pubblica per molte riviste americane. La sua filosofia si ispira a quella di Richard Branson e dice pressappoco così: Se qualcuno ti offre un’opportunità straordinaria ma non sei sicuro di potercela fare, rispondi di sì. Imparerai in un secondo momento.

Norma Cerletti

Concludiamo in bellezza la lista delle imprenditrici under 30 da tenere d’occhio con Norma Cerletti, che ha deciso di insegnare l’inglese a modo suo. Docente di lingua, usa i social per condividere le sue lezioni innovative e pensate per essere veloci, divertenti e favolose.

La Cerletti nasce a Milano nel 1992 ed è l’insegnante di inglese più famosa d’Italia. Ha anche pubblicato un libro edito da Mondadori, NormaL English. Norma Cerletti trasmette le sue lezioni su TikTok e altri social, e il suo corso di “pronounci-YAY-tion” è il più seguito in Italia.

Riproduzione riservata