Trend

A Milano apre 21 House of Stories sui Navigli: l’ospitalità ibrida con terrazza mozzafiato sulla città

12-10-2023
Dopo il successo in Città Studi, il progetto di ospitalità ibrida ideato da Alessandro e Mauro Benetton ha inaugurato una nuova struttura sui Navigli di Milano: 21 House of Stories, un luogo che integra un hotel di design a quattro stelle, ambienti per il coworking, un bistrot, spazi per eventi privati e due terrazze che si animano al calar del sole regalando una vista unica su tutta Milano

Partito dal Nord Europa, il concetto di ospitalità ibrida si sta diffondendo in tutto il mondo, portando con sé nuovi servizi che si mescolano tra loro in maniera fluida e dinamica, ma anche un nuovo modello di relazione con gli ospiti.

Affacciato sul Naviglio Pavese in via Ascanio Sforza, a 100 metri dalla Darsena, 21 House of Stories è un hotel ma soprattutto uno spazio di scambio e di incontro. Grande attenzione è infatti dedicata agli spazi comuni, sia open air - con una corte interna e due terrazze che offrono una vista spettacolare a 360° su tutta la città - sia al chiuso, con un coworking e un palco pensato per ospitare talk e concerti prodotti da 21 House of Stories Navigli.

Il cortile interno di 21 House of Stories
Il cortile interno di 21 House of Stories

Il bistrot "Domenica"

Affacciato sul Naviglio, Il bistrot Domenica si ispira alle atmosfere di convivialità della domenica italiana: la proposta gastronomica, ideata dai due giovani chef Alessio Roberto Albiero e Diego Pioli, con la consulenza di Arco srl, società fondata da Andrea Ribaldone, consiste in piatti da condividere per sperimentare e divertirsi mangiando. Il tutto accompagnato dagli ottimi drink, grazie alla mixology curata da Franco Ponti, che vanta importanti esperienze a New York e Los Angeles, oltre a numerose collaborazioni con chef stellati e rinomati locali milanesi. Da provare sono i signature cocktail, come la Panache al bergamotto, il French 75 o l’Allora Cosmo, che vengono serviti in bottiglia per un’autentica sharing experience.

L'Hotel 21 House of Stories

La suite Hero
La suite Hero

Un hotel di design dove sentirsi a casa: progettate e suddivise per tipologia in base all’esperienza che offrono, le stanze si ispirano agli archetipi narrativi, a partire dalla categoria Creator. Quelle della categoria Wizard, tutte affacciate sul Naviglio, sono caratterizzate da una presenza importante di boiserie, mentre le camere Outlaw si sviluppano su due livelli, con un letto soppalcato che restituisce spazio al relax, al fitness e al lavoro. In queste camere, la parete attrezzata in legno e metallo diventa l’elemento architettonico che integra la scala di accesso alla zona notte e una postazione per il lavoro dotata di uno schermo, mentre la zona fitness è concepita con un sistema a scomparsa che consente di convertire la camera in una palestra privata. La versatilità del format delle Outlaw diventa manifesto di 21 House of Stories e rappresenta un nuovo modo di intendere l’ospitalità personalizzata e di qualità.

La camera Wizard
La camera Wizard

Non possono poi mancare le suite: junior suite Hero hanno dimensioni più generose e una zona relax separata dalla notte. In alcuni casi, il letto a scomparsa consente di trasformare la camera in location per eventi privati. Lo spazio può essere riallestito con arredi e complementi in base alle esigenze del cliente: il modello ibrido di 21 House of Stories viene portato ai piani. Completa l’offerta la Superhero, una suite di circa 80 metri quadri interni e più di 100 metri quadri di terrazza con vista panoramica, situata al sesto piano della struttura. Anche in questo caso, la camera è concepita per poter ospitare eventi privati di diversa natura, leisure o business.

Infine, per eventi privati non convenzionali ci sono la (un)Kitchen, un’area con cucina perfetta per meeting e incontri tra lavoro e convivialità, e una terrazza segreta di 170 metri quadrati, situata al terzo piano.

Le terrazze "I Mirador"

La terrazza con piscina al settimo piano
La terrazza con piscina al settimo piano

Sono già diventate uno dei luoghi must see di Milano: al settimo e ottavo piano di 21 House of Stories, le terrazze I Mirador hanno raccolto un interesse altissimo già dalle prime settimane di apertura. Il nome del locale, con ingresso indipendente in via Bettinelli, richiama il mondo delle terrazze panoramiche iberiche, ispirazione che contraddistingue il progetto. Le terrazze vantano un panorama che ha pochi eguali, offrendo una vista a 360° che permette di ammirare in un solo colpo d’occhio tutta la città da Sud, da San Siro alla Torre Velasca, passando per City Life, Porta Nuova, il Duomo.
Al settimo piano, la grande terrazza con piscina è dedicata alla mixology, anche questa curata da Franco Ponti, mentre l’ottavo piano è dedicato a un ambiente più intimo, sviluppato attorno a uno scenografico bancone che offre una dining experience raffinata, in cui il pesce è uno dei protagonisti principali.

La terrazza all'ottavo piano
La terrazza all'ottavo piano

«Dopo l’esperienza di successo del primo 21 House of Stories in Città Studi, con un team di giovani che ha fatto della creatività e della voglia di esplorare la propria forza, questa nuova struttura si propone sempre di più come un concept di ospitalità ibrida e innovativa, un cantiere aperto di sperimentazione e contaminazione nell’arte dell’accoglienza italiana. Da un’idea nata quasi per gioco con mio fratello Mauro, abbiamo costruito una realtà che ha aggregato vere e proprie community: dal mondo accademico a quello dei creators e della comunità locale, dal settore della comunicazione alle risorse umane, dall’industria alla musica… Benvenuti perciò in questo nostro crocevia di storie ispirato al design e al lifestyle contemporaneo in cui convivono relax e lavoro, musica e cultura e poter incontrare persone che amano far accadere le cose», ha commentato Alessandro Benetton.

L'Evento #thewomderfulparty di The Wom

Le terrazze I Mirador di 21 House of Stories sono state la cornice del #TheWOMderfulParty il 27 settembre, con cui The Wom ha festeggiato gli ultimi successi insieme ai beauty e fashion creators della The Wom Squad e di Power Talent Agency. Sono stati loro i protagonisti della serata insieme a Luigi Strangis, cantautore e polistrumentista vincitore della penultima edizione di Amici e personalità di rilievo nel panorama musicale dei più giovani, che si è esibito in una performance suggestiva in cui ha alternato brani chitarra, piano e voce.

#TheWOMderfulParty

Credits Edoardo Bianchi / Mondadori Portfolio
1/10
I creator della The Wom Squad. Foto: Edoardo Bianchi / Mondadori Portfolio
Credits Edoardo Bianchi / Mondadori Portfolio
2/10
Il party. Foto: Edoardo Bianchi / Mondadori Portfolio
Credits Alessandra Marini
3/10
Alcuni ospiti della serata. Foto: Alessandra Marini
Credits Alessandra Marini
4/10
La terrazza. Foto: Alessandra Marini
5/10
La terrazza. Foto: Edoardo Bianchi / Mondadori Portfolio
Credits Edoardo Bianchi / Mondadori Portfolio
6/10
Il team al completo di The Wom. Foto: Edoardo Bianchi / Mondadori Portfolio
7/10
Credits Alessandra Marini
8/10
Alcuni momenti della serata. Foto: Alessandra Marini
Credits Alessandra Marini
9/10
Le terrazze di 21 House of Stories sui Navigli. Foto: Alessandra Marini
Credits Edoardo Bianchi / Mondadori Portfolio
10/10
Luigi Strangis. Foto: Edoardo Bianchi / Mondadori Portfolio
PREV
NEXT
Riproduzione riservata