Selfcare

Ecco cosa potrebbe succedere se smettessimo subito di usare i social

vivere senza social
Vivere senza social è una illusione? No, e ci sono tanti buoni motivi per farlo, senza "odiarli", ma imparando a usarli con più parsimonia.

Potrebbe sembrare una domanda provocatoria, ma è possibile vivere senza social? Oggi molte di noi risponderebbero di no, che non riuscirebbero a immaginare la loro vita senza, a ragione o torto, ma senza dubbio è una scelta praticabile, e spesso anche salutare.

Questo perché alcune di noi vivono una sorta di dipendenza da social, in alcuni casi tale da viverli come la propria realtà, mettendo in un angolo i contatti umani reali, il lavoro, la famiglia. Pur riconoscendo l’importanza dei social nella nostra vita e nel mondo di oggi, non possiamo chiudere gli occhi sul fatto che alcune persone ne fanno un uso esagerato, con riscontri negativi sulla loro vita quotidiana al di fuori di essi.

Possiamo vivere senza social e che benefici ne potremmo trarre?

VEDI ANCHE Che effetti sta avendo tutto il tempo che passiamo online? LifestyleChe effetti sta avendo tutto il tempo che passiamo online?

Vivere senza social: è possibile, ecco perché

Un giorno della tua vita senza social media: ci hai mai pensato? Sono tante le persone che ultimamente scelgono di staccare, per un periodo breve o lungo, il loro contatto con i social. Di recente ad esempio hanno fatto discutere le dichiarazioni di Alessandro dei Santi Francesi, che ha confessato di aver completamente rinunciato all'uso dei social e di sentirsi molto meglio.

Le motivazioni di questa scelta possono essere molto diverse: c’è chi sceglie di farlo per godersi un viaggio, un weekend in famiglia, per rilassarsi, e chi invece lo fa perché la pressione sociale (in questo caso social) è talmente tanta che ha bisogno di una pausa.

In ogni caso è possibile farlo, e anche necessario. È certo che ti perderai gli ultimi aggiornamenti dalle pagine che segui. Potresti perdere l'occasione di mettere like ai tuoi amici ogni volta che aggiornano il tuo feed di notizie con selfie o foto del weekend. Potresti pensare che ti mancheranno i tuoi vecchi amici perché non riesci a contattarli tramite i social media.

Tutto ciò è vero, ma se ti senti sotto pressione, se non riesci a concentrarti su molti aspetti della tua vita, se hai capito che i social sono una forte distrazione, è bene fare una pausa. Potrai tornarci quando vuoi, all’inizio ti sembrerà difficile non controllare il tuo smartphone, ma non è impossibile. Inizia con un giorno, vedi se riesci a dedicarti ad altro, scegli attività costruttive da fare e vedrai che un detox dai social sarà salutare.

Perché non demonizzare i social

Con questo non vogliamo demonizzare i social, anzi. Se usati nel modo giusto sono un ottimo posto per imparare. Possono essere un'opportunità per migliorare la tua creatività e produttività. Sono sicuramente un ottimo modo per migliorare le tue conoscenze raccogliendo informazioni in tutto il mondo. Ti dà l'opportunità di comunicare, curare la tua solitudine e volendo può diventare addirittura una fonte di guadagno.

Ma anche se è pieno di ottimi contenuti e di grandi vantaggi, cosa succede se diventi dipendente? Sarà la cosa peggiore che ti sia mai capitata in vita.

VEDI ANCHE Ecco in che modo i social possono alternare la percezione di noi stessi (e come difendersi) LifestyleEcco in che modo i social possono alternare la percezione di noi stessi (e come difendersi)

Dunque, non è il mezzo in sé che va rivalutato, ma l’uso che se ne fa. Tanti di noi vivono una vita serena usandoli spesso, altri non usandoli affatto. Ma c’è una porzione di persone, specie i più giovani, che li vedono come l’unico mondo possibile, ed è questo il concetto sbagliato. Sappiamo come il cyber bullismo posso fare davvero del male, ma non possiamo dimenticare che i gesti aggressivi e discriminatori sono sempre esistiti, e sono stati sempre combattuti. Sono dunque i social la causa, o il loro uso spropositato e incontrollato?

Come distaccarsi dai social?

Sei pronta per un cambiamento? Viviamo in un mondo in cui ogni giorno ci connettiamo con i nostri amici e familiari sulle piattaforme di social media. La quantità di tempo che trascorriamo su questi canali è sorprendente (basta consultare le statistiche sui nostri smartphone, sarai stupita anche tu da quanto tempo passi su Instagram). Tuttavia, ci sono alcune aree della vita in cui questo tipo di connessione semplicemente non è adatta. Quindi, che tu sia pronta ad abbandonare il tuo account sui social media, per poco o definitivamente, è comunque importante sapere come vivere senza social media, se necessario.

Non è qualcosa che accade senza volerlo fortemente. Perché i social sono totalmente connessi con tutta la nostra vita, da rendere quasi impensabile farlo. Prova a farlo un po’ per volta; non crederai a quanti miglioramenti noterai nella tua giornata. Non essere sempre sotto l’attenzione di tutti, con le tue idee e il tuo corpo, ti permetterà di vivere più rilassata. Tutte le tue ansie e stress scompariranno. La tua vita sarebbe più facile.

Non parliamo necessariamente di un distacco definitivo se non vuoi farlo: prova durante il weekend, la sera, nei giorni di festa o in viaggio. Vivi la tua vita o i momenti come vuoi tu, senza l’ansia di darne conto sui social.

I benefici della vita senza social

Come già accennato, staccare la spina diminuirà le tue ansie. Non ti sentirai più soggetta a giudizio, per le tue scelte, ma anche per come ti vesti e il tuo corpo, uno dei punti più deboli della vita online. Avrai più tempo per gli affetti, per gli hobbies, per fare sport o attività che ti piacciono.

Non dovrai più procrastinare: sì, perché spesso non sono il lavoro o le scadenze a impedirci di fare determinate cose (come rimettere a posto l’armadio che rimandiamo sempre o iscriverci a quel corso che ci piace tanto), è la “pigrizia” che scaturisce dall’uso continuo dei social. Basta scrollare il feed, è tempo di fare qualcosa nella vita reale.

Infine, anche le tue relazioni interpersonali ne trarranno vantaggio: quel caffè con le amiche prendilo dal vivo, invece di parlarne per messaggio o note vocali.

Riproduzione riservata