Selfcare

Il tradimento in un’amicizia potrebbe essere peggio di quello in una relazione

tradimento di un amico
27-10-2023
Come si affronta il tradimento di un amico e quali sono gli step per capire l'accaduto e decidere con consapevolezza cosa fare?

Chi trova un amico trova un tesoro, dicono. E potremmo anche essere totalmente d’accordo, se non fosse che qualche volta, accade che siano proprio gli amici a darci i più grandi dolori. Come nel caso in cui si subisce il tradimento di un amico/a. Una cosa che fa male sempre, anche se a farlo è una persona che non si conosce poi granché, ma che quando viene fatto da una persona fidata come un amico/a spezza davvero il cuore, ancora più del tradimento di un partner. Perché gli amici sono coloro a cui affidiamo i nostri sentimenti, dubbi, momenti sì e momenti no. Sono rapporti che si coltivano con il tempo, mentre si cresce, passo dopo passo, anno dopo anno, e che si fondano sulla fiducia reciproca e sul patto che mai, per nulla al mondo, farete a meno l’uno dell’altro.

VEDI ANCHE Perché un tradimento ci fa ancora così male? LifestylePerché un tradimento ci fa ancora così male?

Nonostante le premesse però, è innegabile che qualche volta qualcosa possa andare storto o vacillare, e spesso ci si ritrova nella spiacevole situazione di subire il tradimento di un amico. E poco importa di quale entità sia, quando accade si sta male ed è necessario curarsi le ferite. Ma come si fa a superare il tradimento di un amico e recuperare il rapporto (sempre che si possibile farlo)?

Perché il tradimento di un amico è così grave

Per prima cosa è bene sottolineare che subire un tradimento in amicizia è un qualcosa che per la maggior parte delle persone è quasi un atto imperdonabile, inconcepibile e tremendamente doloroso. E questo accade proprio per il fatto che l’amicizia non è solo una questione di affinità e cose in comune, né tanto meno avviene a causa di un innamoramento del tutto irrazionale.

L’amicizia è una scelta, che si coltiva giorno dopo giorno e che fa crescere il rapporto nel tempo. Un vero e proprio patto di fiducia, lealtà, rispetto, di protezione e supporto reciproco e di ascolto. Quando si subisce il tradimento di un amico, a prescindere da quello che è accaduto, questo patto viene leso, e con esso tutto quello che ne fa parte. Un atto che fa male a chi lo riceve e che oltre al dolore genera una profonda delusione verso chi lo ha commesso.

Quando si subisce il tradimento di un amico, quindi, entrano in gioco tutta una serie di emozioni negative e dolorose, che spesso ci fanno smettere di ragionare, appannando la mente e chiudendo il cuore. Generando rabbia verso quella persona, che ci impedisce di guardare con lucidità le cose e di affrontare il tradimento (e chi lo ha commesso) nel modo migliore.

VEDI ANCHE Quanto è grave un “tradimento bianco”? LifestyleQuanto è grave un “tradimento bianco”?

Come superare il tradimento in amicizia

Per prima cosa, infatti, si dovrebbe provare ad ascoltare chi si ha davanti. Sì, esattamente. Si deve cercare di mettere da parte la rabbia e la delusione e ascoltare le ragioni che hanno portato l’amico al tradimento. Le sue motivazioni e intenzioni, che magari potevano anche essere state buone ma dal decorso tutt’altro che positivo, ma che meritano comunque di essere capite e conosciute. Anche per poter valutare meglio cosa fare e di che tipo di tradimento si tratta, se voluto e intenzionato a farci male o se si tratta di un malinteso.

Per quanto si abbia voglia di chiudersi e tagliare i rapporti con chi ci ha fatto male, poi, è sempre bene lasciare la porta aperta alle scuse. Dopo tutto l’abbiamo detto all’inizio quanto sia importante l’amicizia. E vale sicuramente la pena dare una seconda opportunità o per lo meno la possibilità di capire i propri errori e cercare di porvi rimedio. E questo, nonostante sia difficile, è tutto nelle vostre mani.

Infine, una volta capite le motivazioni e osservato il comportamento dell’amico, è bene cercare di guardare le cose con lucidità. Ridimenzionando l’accaduto se questo non è poi così grave da rovinare un’intera amicizia oppure, se la cosa fatta è talmente grave,  cercando di capire esattamente a chi avete affidato la vostra amicizia, ma standogli a debita distanza. E valutando caso per caso, ascoltando e manifestando i vostri sentimenti senza cercare di far finta di niente o di frenarli senza dargli modo di essere vissuti come è giusto che sia.

Riproduzione riservata