Selfcare

7 strategie di resilienza davvero efficaci per affrontare una sconfitta

Strategie resilienza
Per affrontare le sconfitte e le difficoltà della vita usa un super potere: la resilienza!

Strategie di resilienza

Superare una sconfitta può essere dura, soprattutto se non riesci a perdonarti per quanto accaduto. Ma di fronte a questi sentimenti negativi la resilienza può essere utile: una soluzione per cancellare frustrazione e disagio, fermando i pensieri legati alle tue mancanze e agli errori. Le cose non sono andate come volevi e alla fine ne sei uscita sconfitta? Capita, ma è fondamentale in questi momenti imparare a reagire nel modo giusto.

Come? Usando le strategie di resilienza che i permetteranno di cancellare il rimorso. Riuscirai in questo modo a smetterla di colpevolizzarti e di infierire su di te. Solo in questo modo sarai in grado di non commettere gli stessi errori in futuro e affronterai ciò che ti attende con nuova grinta. Ma soprattutto sarai in grado di chiudere davvero i conti col passato e di voltare pagina in modo definitivo. Perché la resilienza ci insegna che il segreto sta nel diventare consapevoli del cambiamento, senza rimuovere il passato, ma imparando a volersi bene.

VEDI ANCHE

7 strategie efficaci per allenare davvero la resilienza

Lifestyle

7 strategie efficaci per allenare davvero la resilienza

La resilienza per superare le sconfitte

La resilienza è davvero il segreto per superare delusioni e sconfitte. Indica infatti la capacità di resistere e reagire di fronte alle avversità, alle difficoltà e agli eventi negativi. Le persone resilienti hanno una grande capacità di adattamento, rispondendo in modo positivo alle situazioni critiche, negative o traumatiche. Non tutti sono in grado di sfruttare la resilienza, tutto dipende dalla personalità, dal bagaglio culturale e dall’ambiente. Ma c’è una buona notizia: questa capacità si può accrescere e allenare.

Chi è resiliente è in grado di reagire in modo positivo a un’esperienza negativa, rendendola qualcosa capace di creare sofferenza, ma anche qualcosa di buono. La resilienza dunque ti permetterà di riorganizzare la tua vita e di darle la svolta che ti serve per rimetterti in carreggiata. Perché quando subisci una sconfitta non ha senso opporsi, ma è più produttivo adattarsi, crescere e migliorare.

Analizza la situazione

Spesso di fronte alle sconfitte tendiamo a nasconderci e a non guardare in faccia la realtà per paura di non riuscire a gestire le emozioni. La resilienza però ci impone di affrontare ciò che accade proprio per poterlo superare. Dunque non mentire a te stessa: tutto questo non ti consentirà di evitare le brutte sensazioni. Certo, è difficile ammettere di aver subito una sconfitta, ma se affronti il senso di disagio ce la farai.

Prendi le distanze da ciò che è accaduto

Dopo aver maturato la giusta consapevolezza, prendi le distanze da quello che è accaduto. Forse sei stata "sconfitta", ma ora hai imparato una lezione e di certo non commetterai gli stessi errori. Oggi, in fondo, sei diventata un’altra persona, e sicuramente di comporteresti in modo diverso.

VEDI ANCHE

6 abitudini che ti faranno capire cosa significa davvero essere una persona risolta

Lifestyle

6 abitudini che ti faranno capire cosa significa davvero essere una persona risolta

Scopri il meglio di te

Il giudizio che hai su te stessa non può in alcun modo basarsi su un piccolo passo falso. Quello che è accaduto – anche se ora ti sembra inaccettabile ed enorme – rappresenta solo una piccola parte di ciò che sei. Pensa a tutte le volte in cui, anziché collezionare una sconfitta, hai ottenuto un successo, mostrando quanto vali.

Non ambire alla perfezione

La perfezione può rivelarsi una trappola da cui è importante fuggire. Il senso di colpa e la vergogna che avverti nascono dalla sensazione che hai di non essere perfetta. Ma attenzione: nessuno è perfetto e dovresti ricordartelo sempre! Prova a prendere atto dei tuoi limiti, accettali e smettila di pensare di essere infallibile. Sei umana, tutto qui!

Confidati con le amiche (che non ti giudicano)

Quando ti senti giù per una sconfitta evita di pensarci in modo ossessivo. Prova invece a parlare di quello che provi con un’amica, qualcuno che possa consolarti, ma che sia anche oggettivo e soprattutto lontano da ogni giudizio. Le amiche non solo ti risolleveranno il morale, ma ti permetteranno di confrontarti con qualcuno di leale e sincero. Tutto questo ti aiuterà a scoprire che esistono anche degli altri punti di vista al di fuori dei tuoi pensieri negativi.

Perdonati (e lascia andare)

Per perdonarti davvero e cancellare la negatività, pratica l’auto-perdono. Scrivi su un foglio tutto quello che è accaduto e ciò che provi, poi leggi quello che hai scritto ad alta voce. Ricordati inoltre di dare un termine alla penitenza che ti sei auto-imposta: la tristezza che senti non deve durare in eterno, nonostante il fallimento, perciò prova a passare oltre e chiudi questo capitolo definitivamente. La vita continua, non può restare bloccata nel passato!

Usa il potere delle parole positive

“Non ce la faccio”, “Sono un fallimento”, “Non ci riuscirò mai”: continuare a ripeterti queste frasi negative non ti aiuterà a risalire dal buco nero in cui sei caduta. Prova invece a usare parole positive, condizionando in questo modo anche i tuoi pensieri e l’umore. Ti consentirà di migliorare l’autostima e a consentirti di superare anche i momenti più complicati e duri della tua esistenza.

Riproduzione riservata