Selfcare

Perché ogni tanto ci sentiamo tristi per noi stesse e come cambiare approccio

Perchè ci sentiamo tristi per noi stesse
10-08-2022
La tristezza è un'emozione e come tale non va nascosta o evitata. Ti sveliamo perché ogni tanto ci sentiamo tristi per noi stesse e come cambiare approccio

Forse sarà capitato anche a te: ti fermi a pensare e ti rendi conto di non essere felice, non solo… ti senti triste. Ci viene detto costantemente che la tristezza è un’emozione da scacciare, allontanare o nascondere sotto il tappeto. La società ci vuole frizzanti, piene di entusiasmo e non viene accettato – o forse dovremmo dire consentito – essere tristi. Oggi voglio parlarti del perché ogni tanto ci sentiamo tristi per noi stesse e come cambiare approccio.

La tristezza è un sentimento di infelicità; è spesso accompagnato da un senso di vuoto, solitudine o disperazione. Può essere causata da molte cose, come la perdita di qualcuno che ami, il fallimento in un compito o l'esperienza di un evento traumatico. Ma può affliggerci anche in assenza di eventi estremamente negativi, magari in seguito a una serie di piccoli eventi, o in seguito a un periodo della nostra vita frustrante e poco soddisfacente.

La maggior parte delle persone prova tristezza ad un certo punto della propria vita. È un'emozione naturale e normale. Tuttavia, può anche essere un segno di qualcosa di più grave, come la depressione. Se ti senti triste da molto tempo, o se la tua tristezza interferisce con la tua capacità di vivere una vita regolare, dovresti valutarla come un campanello d’allarme importante.

VEDI ANCHE

Perché è importante accettare anche le emozioni dolorose?

Lifestyle

Perché è importante accettare anche le emozioni dolorose?

Sentirsi tristi senza un motivo specifico

Ci sono molte ragioni per cui le persone possono sentirsi tristi, ma spesso non c'è un motivo specifico per cui qualcuno si senta in questo modo. Può essere difficile affrontare la tristezza quando sembra venire dal nulla, ma ci sono modi per gestire questi sentimenti e superarli.

È perfettamente normale sentirsi tristi a volte, anche senza una ragione specifica. Questo perché la tristezza è solo una parte dell'esperienza umana. Tutti attraversano momenti difficili e prima o poi si sentono giù.

È importante ricordare che va bene sentirsi tristi e che non c'è niente di sbagliato in te nel provare questi sentimenti.

Ci sono molte ragioni per cui le persone possono sentirsi tristi. Alcune cause comuni di tristezza includono: perdita (di una persona cara, lavoro, ecc.), transizioni di vita difficili (trasferimento, inizio di un nuovo lavoro, ecc.), problemi emotivi irrisolti e problemi di salute/disabilità. Tuttavia, ci sono spesso momenti in cui le persone non sanno perché si sentono tristi e non riescono a capire cosa sta causando le loro emozioni negative.

Sapere riconoscere le proprie emozioni è molto importante, in quanto ci permette di identificare quali sono i sentimenti che proviamo in un determinato momento. In questo modo, potremmo gestirli meglio e superarli più facilmente. La tristezza, ad esempio, è un'emozione che spesso tendiamo a negare o a ignorare, ma se ne accettiamo la presenza potremmo pian piano superarla. Vuoi cambiare approccio? Ti sveliamo qualche consiglio per riuscire a superare e gestire meglio quella sensazione.

Cambiare approccio mentale

Non basta cambiare il proprio comportamento per superare un momento di tristezza. Bisogna cambiare anche l'approccio mentale. Invece di pensare a tutto quello che non va nella propria vita, concentrati sugli aspetti positivi. Trova le cose belle anche nei momenti più difficili e impara a essere felice anche da solo.

Per quanto riguarda invece le cose negative cerca di evidenziarle ma non limitarti a lamentartene, prova a trovare una soluzione. La tua relazione non ti rende più felice? Forse è il momento di chiudere. Senti che sul lavoro non sei più soddisfatta? Inizia a mandare CV altrove. Hai dei dubbi sul percorso di studi che hai intrapreso? Prova a metterti in discussione.

VEDI ANCHE

Perché ti senti depressa anche se in realtà va tutto bene?

Lifestyle

Perché ti senti depressa anche se in realtà va tutto bene?

Riempi il tuo tempo

Esistono vari modi per affrontare la tristezza, ma senza dubbio il più efficace è quello di praticare un’attività che ti faccia stare bene. Cerca di trovare un'attività che ti piaccia e che possa aiutarti a rilassarti: yoga, meditazione, passeggiate nella natura. Tutte queste attività ti permetteranno di scaricare lo stress accumulato e ti aiuteranno a stare meglio.

Non isolarti

Cerca di trascorrere più tempo possibile con le persone che ami e che ti fanno sentire bene. Passa del tempo con la tua famiglia e con i tuoi amici, e condividi con loro i tuoi sentimenti. A volte la tristezza deriva da situazioni che ci impediscono di esprimere noi stesse, o che bloccano le nostre emozioni. In questi casi, se riusciamo ad aprirci e a condividere le nostre sensazioni con qualcuno di fidato, potremo ridurre il senso di solitudine e di impotenza che ci fa stare male. Ricordati sempre che non sei solo!

Trova qualcuno con cui parlare dei tuoi problemi e condividere le tue emozioni. In questo modo, ti sentirai meglio e meno solo.

Falsi miti sul sentirsi tristi

Ci sono diversi falsi miti sulla tristezza che vorremmo sfatare. Una delle idee sbagliate più comuni sulla tristezza è che sia un segno di debolezza. Questo semplicemente non è vero. La tristezza è un'emozione perfettamente normale e non significa che tu sia debole.

Un’altra idea sbagliata è che puoi pensare che duri per sempre. Neanche questo è necessariamente vero. Anche se è perfettamente normale sentirsi tristi per lunghi periodi di tempo, alla fine la tristezza svanirà. Tuttavia, qualora ti sentissi sopraffatta, puoi richiedere un supporto a specialisti e iniziare un percorso di terapia per affrontarla e uscirne a testa alta.

Riproduzione riservata