Selfcare

Questi sono motivi per cui ogni tanto pensi che tutti ti odino

Ragazza soffre da sola
21-11-2022
Se ogni tanto hai l'impressione che tutti ti odino, fermati: sicuramente c'è qualcosa che non va nella percezione che hai di te stessa e degli altri e devi capire perché sta succededendo

Ti sarà capitato di pensare che tutti ti odino e se ti è successo, o ti succede spesso, sappi che non sei sola. Questo pensiero negativo è comune a chi soffre di disturbi dell'ansia e dell'umore, a chi ha problemi di autostima e a chi sta semplicemente passando una brutta giornata. Ma con un po' di esercizio è possibile superare questa impasse.

Affrontare questi pensieri può aiutarti a capire il motivo di questo sentimento negativo e a capire come potresti cambiare mentalità e smettere di pensare che tutte le persone della tua vita condividano lo stesso sentimento di astio e odio nei tuoi confronti. Cosa che, con ogni probabilità, non è vera, e anzi molte persone attorno. ate ti amano e rispettano profondamente.

VEDI ANCHE

Cos’è e cosa significa vittimismo manipolativo?

Lifestyle

Cos’è e cosa significa vittimismo manipolativo?

Distinguere le sensazioni dai fatti

La prima cosa su cui soffermarsi quando pensi che tutti ti odino è quel "tutti": certo, è normale non piacere a tutti e probabilmente risulterai antipatica a determinate persone, ma non è possibile che tutte le persone con cui hai rapporti e che ti circondano ti odino e ti detestino.

Secondo gli esperti, pensare che le persone attorno a noi ci detestino a prescindere e in modo indiscriminato è un segnale che ci troviamo di fronte a eventi avversi della vita, a momenti bui e difficili che ci portano a vedere tutto nero e danneggiano la tua salute mentale.

Il problema è che spesso questi pensieri intrusivi assumono molta forza e possono sopraffarci, causando un vero e proprio disagio, e uno stress che può indurci a pensare che questo pensiero sia reale, sia un dato di fatto, entrando in "modalità sopravvivenza".

Questi pensieri sono molto comuni in particolare se avvengono in concomitanza con altre difficoltà a livello emotivo che potremmo trovarci ad affrontare come ad esempio stati di ansia, depressione (che secondo le ricerche ha un forte legame con la bassa autostima), disturbi dell'umore, della personalità, e casi di psicosi più o meno gravi.

Tuttavia capita a tutti, in periodi di difficoltà e autostima più bassa del solito, di pensare che tutti ti odino: non devi lasciarti trasportare da questo brutto pensiero e anzi devi subito correre ai ripari. Ma come fare?

Cosa fare se hai la sensazione che tutti ti odino

Se ti stai chiedendo cosa fare quando pensi che tutti ti odino, ci sono alcuni modi per resettare i pensieri e ricominciare ad agire con razionalità. Innanzitutto devi iniziare col capire la differenza tra i fatti concreti e la distorsione cognitiva, attraverso un percorso di auto-analisi.

Per farlo, è necessario fare un passo indietro e analizzare ciò che stai provando e valutare nel modo più oggettivo possibile i tuoi sentimenti e le tue sensazioni. Questo processo può essere attuato in tre fasi distinte, che puoi tranquillamente affrontare prendendoti tutto il tempo di cui hai bisogno.

VEDI ANCHE

Perché gli altri ci sembrano tutti migliori di noi?

Lifestyle

Perché gli altri ci sembrano tutti migliori di noi?

Per prima cosa scopri cosa scatena i tuoi sentimenti. Quali pensieri sono alla base dei sentimenti di ansia e paranoia o cosa sta peggiorando il tuo umore? Esistono delle spiegazioni alternative, prove o interpretazioni più positive di ciò che stai pensando? Cerca di analizzare con oggettività e neutralità il comportamento delle persone attorno a te: sono davvero antipatiche e odiose nei tuoi confronti?

Inoltre anche il modo in cui formuli i pensieri è molto importante; prova a fermarti un attimo e togli quel "tutti" dalla frase "tutti mi odiano" e concentrati su una persona alla volta. Pensa a cosa intendeva questa persona, quali erano le sue intenzioni e se si rende conto dell'impatto delle sue parole e delle sue azioni, prima di giudicarla.

E se ti sembra che questa persona, o più di una abbia un problema con te, prova a parlargliene con calma e in modo aperto e gentile; se ci sono problemi li potrete risolvere insieme, altrimenti la lascerai andare consapevole che non tutti ti odiano, ma non puoi certo piacere e andare d'accordo con tutti.

Pensare che tutti ti odino potrebbe essere un'esagerazione, una distorsione cognitiva o un sintomo di una condizione di scarsa salute mentale, dovuta a problemi seri o a condizioni di difficoltà passeggere. La sensazione negativa non deve necessariamente prendere il sopravvento sulla tua vita, anzi devi imparare a controllarla per non rischiare di rovinare i rapporti.

Con la pratica e la pazienza, puoi imparare a riformulare i tuoi pensieri per sfidare le tue percezioni negative e distinguere i fatti dalla finzione; l'importante è imparare a trattare te stessa con gentilezza e non pretendere troppo da te stessa, soprattutto all'inizio e smettere di pensare che gli altri siano migliori di te.

Se poi scoprirai che è vero che non piaci a qualcuno, non farne una tragedia: ricordati che è meglio circondarsi di persone che apprezzano tutto ciò che hai da offrire, piuttosto che incaponirsi per piacere a tutti i costi a qualcuno che non ci merita e non ci comprende.

Riproduzione riservata