Selfcare

Perché è importante l’autoanalisi e come farla ciclicamente

donna che fa autoanalisi
L'autoanalisi è uno strumento fondamentale per la tua salute mentale e per migliorare la tua vita: come sfruttarla al meglio

C’è chi la chiama autoanalisi e chi introspezione psicologica, in ogni caso una cosa è certa: guardarsi dentro ciclicamente fa bene. Eppure non tutti lo fanno, un po’ per paura di “scoprire” cosa hanno davvero dentro, un po’ perché incominciare sembra impossibile.

Certo, non è semplice fermarsi, prendere un respiro e riconsiderare tutto ciò che hai fatto, ma ti assicuriamo che è il modo migliore per indirizzare la tua vita dove vuoi che vada e per stare davvero meglio.

VEDI ANCHE

Perché scrivere fa bene: la tecnica del journaling

Lifestyle

Perché scrivere fa bene: la tecnica del journaling

Cos’è l'autoanalisi

L’autoanalisi si potrebbe tradurre in sostanza come un “esame di coscienza”. Un viaggio dentro di te, tramite la meditazione o altre tecniche, che ti consente di trovare una nuova consapevolezza e fare una sorta di “punto della situazione”.

Non si tratta di qualcosa di semplice, ce ne rendiamo conto, ma con un po’ di allenamento e buona volontà può trasformarsi in un meccanismo utile per migliorare la qualità della vita.

Come si fa l'autoanalisi

Come si fa autoanalisi? Per prima cosa dovrai fare un passo importante: fermarti. Tanti impegni, cose da fare e pensieri spesso ci impediscono di fare una cosa fondamentale, ossia bloccarci, prendere un respiro e riconsiderare tutto. Poi prendi carta e penna, traccia due colonne sul foglio e comincia a scrivere. Il compito è molto semplice: dovrai scrivere da una parte i tuoi obiettivi di vita e dall’altra ciò che ti tormenta del passato.

Non tralasciare nulla, ma non perderti nemmeno in dettagli, perché questo potrebbe farti sentire sopraffatta e darti l’idea – sbagliata – che alcune cose non si possano risolvere. Al termine dell’esercizio avrai di fronte un quadro della tua vita. Rileggi tutto con calma, poi procurati una penna blu e cerchia con quel colore i pensieri che reputi più autentici, le cose che ti fanno più paura e i progetti a cui tieni maggiormente, così tanto che hai persino paura di dirlo ad alta voce.

Poi prendi una penna rossa e utilizzala per cerchiare quelli che secondo te sono i pensieri degli altri sul tuo conto e i problemi che non dipendono da te, ma dall’esterno. Infine rileggi nuovamente tutto. Ti accorgerai, man mano, che i pensieri segnati in rosso saranno molto di più di quelli in blu. Cancella i primi e lascia spazio a secondi: la vita è solamente tua e per essere felice devi prima di tutto puntare su te stessa, non sugli altri.

Un nuovo punto di vista

Il bello dell’autoanalisi è che – anche se inizialmente avrai paura a metterti a nudo – ti consentirà di osservare la tua esistenza sotto un nuovo punto di vista. Con una rapida occhiata capirai che in realtà le cose sono molto più semplici di quanto credevi e che molte paure o pensieri derivano solamente da te e non fanno altro che complicare le cose.

VEDI ANCHE

Come capire se è il momento giusto per andare dallo psicologo?

Lifestyle

Come capire se è il momento giusto per andare dallo psicologo?

Fra i benefici dell’autoanalisi c’è proprio la capacità di tirare una bella linea fra se stessi e il mondo. Un passo importante per mettere a fuoco i tuoi desideri e progetti, ritrovando l’energia che ti serve e incanalandola verso il giusto obiettivo.

Un addio al passato

Molto spesso non riusciamo ad andare avanti nella vita perché qualcosa del passato ci tiene fermi e ci blocca. L’autoanalisi in questo caso può essere molto utile. Suddividi – sempre usando un foglio di carta - i problemi del tuo passato con quelli del futuro. Poi segui l’esercizio precedente: prendi una penna rossa e una blu, cerchiando con la prima i problemi che fanno parte del tuo passato e in blu quelli che devi affrontare nel presente.

Ti accorgerai che le questioni che hai di fronte e che devi risolvere sono molte meno di quanto pensassi. La lista, a quel punto, si sarà ridotta tantissimo e tu potrai tirare un sospiro di sollievo. Il passato è…passato. Anche quando è doloroso, anche quando ti ha segnato e ferito, fa parte di un altro momento della tua vita, perciò devi cercare di superarlo. Lasciar andare – sentimenti, persone, situazioni – non è mai semplice, ma spesso necessario. Per liberarci da un fardello che ci impedisce di proseguire nella vita e per fare spazio a tutte le cose belle che verranno.  

Terminata questa riflessione torna a lavorare sul foglio e, accanto a ogni problema presente, scrivi una soluzione. Questo ti permetterà di ritrovare la fiducia e aumenterà la tua autostima, ma soprattutto porterà ordine nella tua esistenza. A volte infatti quello che percepiamo come impossibile e difficile è solo frutto di caos. Non dovrai fare altro che leggere la tua lista e seguire le istruzioni che ti sei data per trovare una soluzione.

Soprattutto ricordati che lo scopo dell’esistenza è essere felici. Perciò non avere paura del giudizio degli altri, credi nelle tue capacità e insegui ciò che ti rende davvero felice. Non è mai troppo tardi per voltare pagina, per cambiare via e iniziare un nuovo capitolo dell’esistenza.

Riproduzione riservata