Love

Il tradimento che salva la relazione: verità o leggenda?

tradimento coppia
Un tradimento può salvare una relazione? In alcuni casi incredibilmente sì, ma è importante seguire alcune regole

Un tradimento può risultare positivo per una coppia e salvarla? Forse vi è capitato di sentir parlare di questi fantomatici tradimenti che risolvono le crisi di coppia, ma avrete liquidato questa teoria alla stregua di una leggenda metropolitana. In effetti nell’idea comune che abbiamo di una relazione non c’è spazio per l’infedeltà. Siamo abituati a percepire il tradimento come un peccato di fronte al quale tutto va in pezzi, generando solo rancori, ripicche e dolore.

Ma è davvero così? Sono ormai tantissimi gli studi e le opinioni che ci spingono a rivalutare il ruolo dell’infedeltà nelle relazioni. In alcuni casi infatti una scappatella può rappresentare una sorta di salvagente per una storia d’amore che, purtroppo, non funziona più e che da tempo genera solo infelicità.

VEDI ANCHE

Perché si tradisce? La psicologia e il vero significato del tradimento

Lifestyle

Perché si tradisce? La psicologia e il vero significato del tradimento

Quando il tradimento fa bene

Ovviamente questo non accade in tutti i casi, ma ci sono alcune situazioni in cui il tradimento diventa una sveglia e un gesto distruttivo che porta alla rinascita. Di seguito analizziamo quattro fattori che possono rendere il tradimento un momento di crescita nella relazione.

Un importante campanello d’allarme

Per prima cosa dobbiamo considerare il fatto che il tradimento rappresenta un atto decisamente estremo. Segna una rottura, spezza qualcosa, ma può anche aiutare a porre un punto per ripartire con maggiore slancio. Se uno dei due è arrivato a tradire c’è un motivo ed è proprio da qui che bisogna partire per salvare la relazione, ovviamente se c'è la volontà di farlo da parte di entrambi.

Non è facile scoprire che l’altra persona ci ha tradito, ma questo deve anche spingere entrambi a iniziare una riflessione profonda. Il tradimento non è l’inizio di qualcosa, ma il punto d’arrivo di un percorso in cui l’altro non si è più sentito a suo agio nella coppia. Magari ha vissuto un momento di crisi, si sentiva soffocare all’interno di una relazione ormai cristallizzata oppure schiacciata dalla routine.

Un’occasione per riflettere

La rabbia, quando si scopre un tradimento, è normale, ma se si vuole recuperare il legame costruito, magari con tanta fatica, sappi che dovrai metterti in gioco e…riflettere. Perché è arrivata un’infedeltà? Magari il tuo partner non si sentiva abbastanza apprezzato oppure non gli dedicavi le giuste attenzioni. Cerca di andare a fondo nella questione: le colpe – se così si può dire – potrebbero essere da entrambe le parti.

L’importanza di parlare con sincerità

Quando si scopre un tradimento oppure il partner confessa di essere stato infedele, si aprono improvvisamente vari scenari. Il primo passo per affrontare la questione è una confessione che sia leale, sincera e piena. Sentirsi traditi non è facile, come non è semplice per chi ha tradito raccontare cosa ha fatto, perché spesso subentrano i sensi di colpa e la vergogna. Mentire a te stessa o le bugie dell’altro non servirebbero a nulla. Devi infatti pensare che il dolore che proverai nello scoprire l’infedeltà sarà qualcosa che passerà per lasciare spazio, se necessario, a un nuovo cammino, più consapevole. Per ricostruire il tuo rapporto infatti avrai bisogno di estrema sincerità e di nessuna ambiguità.

VEDI ANCHE

E’ possibile tornare insieme dopo un tradimento?

Lifestyle

E’ possibile tornare insieme dopo un tradimento?

Imparare a dimenticare

L’infedeltà porta con sé bugie e inganni che spesso feriscono profondamente e che fanno perdere la fiducia verso l’altro. Il percorso che inizia, dopo la confessione, è lungo, costellato da ostacoli, ma percorribile. Il rancore e la rabbia, almeno all’inizio, sono sentimenti normali, ma ricordati sempre che non potrai provarli a lungo. Dopo la fase di shock dovrai lavorarci su, elaborarli e trasformarli in altro. Datti il tempo che ti serve, poi spazza via le macerie – insieme al partner – e vai avanti.

Come affrontarla (e superarla) insieme

Dopo lo shock e la presa di coscienza, comincia per la coppia un percorso in salita. Sarete messi a dura prova, ma se riuscirete a creare un dialogo e ad elaborare quanto accaduto, tutto si sistemerà. La prima cosa da fare? Ricreare la fiducia reciproca. Qualcosa di tutt’altro che semplice, che però potrà arrivare ragionando sugli errori commessi da entrambi, sui vostri desideri – come singoli e in coppia – e sulle cause dell’infedeltà. L’elaborazione sarà utile per dare un senso a quello che è stato il tradimento, capire come si è arrivati ad esso e non ricadere in futuro in errori simili.

Uno sbaglio da non fare? Rinfacciarsi ciò che di negativo ha contaminato il legame, dare colpe e continuare a guardare solo al passato. Innescare litigi, discussioni e malumori non aiuterà la coppia a evolvere, al contrario contribuirà a creare sempre più distanza fra due persone che, forse, potrebbero concedersi una seconda occasione.

Il pensiero comune afferma che l’infedeltà negli uomini è legata alla necessità di scappare da relazioni stabili che mettono paura, mentre le donne, se tradiscono, lo fanno perché cercano altrove ciò che manca nel partner. Va però chiarito che dietro un tradimento possono nascondersi milioni di motivi e non è possibile incasellare tutto. Ogni coppia ha la sua storia, le sue dinamiche e il suo percorso da intraprendere. L’importante, come sempre, è fermarsi, riflettere e lavorare su sé stessi per fare chiarezza e trovare il vero significato della felicità, da soli e in seguito in coppia.

Riproduzione riservata