Love

Cosa significa essere novosessuale?

Cosa significa novosessuale
16-01-2022
Essere novosessuali significa avere sia un orientamento sessuale che una sessualità in continuo cambiamento: una sorta di fluidità costante che non va però mai etichettata come semplice "confusione" 

Cosa significa essere novosessuale? Come abbiamo già avuto modo di approfondire, il mondo degli orientamenti sessuali è molto più vasto e sfaccettato di quanto si creda e per questo vogliamo fare chiarezze su una tematica sempre più discussa e dibattuta.

Fortunatamente, anche la terminologia con cui si identificano i vari orientamenti sessuali si sta facendo sempre più specifica e dettagliata, in modo da poter comprendere (e dare un nome) ad ognuno di noi, anche a chi non si identifica come etero o cis. Di novosessualità, ad esempio, si parla poco, ma come tutti gli altri orientamenti sessuali ha una sua importanza e specificità. 

Cosa significa novosessuale

Novosessuale è un termine relativamente nuovo che indica un orientamento sessuale minore e sicuramente poco conosciuto che spesso viene etichettato sbrigativamente come "confusione".

Essere novosessuale significa che la propria sessualità fluttua e si modifica insieme alla propria identità di genere. I novosessuali cambiano costantemente tra generi e orientamenti sessuali diversi. Per definirsi novosessuale, quindi, non basta che la propria sessualità sia in continuo cambiamento, ma che lo sia anche il proprio orientamento sessuale.

Rispetto a un individuo gender fluid, per i novosessuali il sesso e la sessualità cambiano assieme e sono collegati, mentre nei primi l’identità di genere non cambia in base ai gusti sessuali. Per semplificare, se si è gender fluid ci si può sentire femminile per un determinato periodo e sperimentare, in quel periodo, tutti gli orientamenti diversi. Da ciò si intuisce che una persona gender fluid possa essere sì novosessuale, ma anche abrosessuale, cisessuale o di qualunque altro orientamento.

Va anche chiarito che per un soggetto che si definisce novosessuale, il tempo che può trascorrere tra un cambiamento di genere e di orientamento varia da persona a persona. Potrebbe accadere più volte in un giorno o rimanere lo stesso per settimane. La novosessualità, tuttavia, è tale solo quando l'orientamento sessuale cambia insieme all'identità di genere. Tutto ciò, ripetiamo, non va inteso come confusione ma come la volontà di vivere la propria attrazione verso qualcuno e la propria autodeterminazione come meglio si crede. Anche cambiando spesso e contraddicendosi.

VEDI ANCHE

Da She/her a Them: perché è importante dare valore ai pronomi sui social e sapere cosa significano

Lifestyle

Da She/her a Them: perché è importante dare valore ai pronomi sui social e sapere cosa significano

La differenza tra novosessuale e abrosessuale

Quando si parla dell’orientamento novosessuale, è importante fare un distinguo con quello abrosessuale. In questo secondo caso, si intende un soggetto che vive una sessualità fluida, con cambiamenti continui riguardanti sia l'orientamento sessuale, sia quello affettivo, ma non un cambiamento di genere.

Chi invece si definisce novosessuale non ha ancora ben chiara la propria sessualità e vive in maniera complicata l'attrazione verso gli uomini e verso le donne cambiando periodicamente il genere da cui è attratto. Per parlare di novosessualità è fondamentale che assieme all’orientamento sessuale cambi anche l’identità di genere, cosa che non avviene quando parliamo di abrosessualità.

Ciò che accomuna l'abrosessualità alla novosessualità è la fluidità, ma soprattutto il fatto che come tutti gli orientamenti sessuali minoritari vengano liquidati come sintomo di confusione in fatto di sessualità e relazione, ma non è mai (solo) così.

I colori della bandiera novosessuale

Chi si riconosce nell'orientamento sessuale dei novosessuali ha anche una propria bandiera, che è stata creata da Moon Jelly Buniny ad agosto 2020. I colori sono stati scelti in base alle bandiere dell'orgoglio abrosessuale e gender fluid in modo da mostrare il legame con queste due identità, entrambe "fluttuanti". I colori della bandiera corrispondono alla seguente interpretazione:

Blu: Attrazione e identificazione della mascolinità;

Verde: il legame tra orientamento sessuale e identità di genere;

Bianco: mancanza di attrazione o di genere;

Rosa: Attrazione e identificazione della femminilità;

Viola Scuro: Attrazione e identificazione di generi misti o altre identità ENBY come Terzo genere

Lontani dalle etichette ma più vicini alla consapevolezza

Trovare termini che definiscano i vari orientamenti sessuali, non vuol dire etichettare qualcuno ma spesso significa aiutarlo a trovare un nome e un'identità, senza che questa persona debba continuamente giustificare il proprio comportamento sessuale. Anche quando questo cambia spesso e velocemente, come nel caso dei soggetti novosessuali.

Cambiando spesso orientamento e genere, chi è novosessuale potrebbe infatti trovarsi spesso in difficoltà nel definirsi o, ancora peggio, non essere neanche a conoscenza dell'esistenza di questo orientamento sessuale: per questo è importante capire e parlare del variegato mondo degli orientamenti sessuali in modo da accrescere la consapevolezza di ognuno di noi.

Novosessualità, lo ripetiamo, non significa mettere in discussione la propria sessualità o attraversare una fase in cui si cerca di capire da chi si è attratti: ma significa sentire e identificarsi un giorno come omosessuale e agender e il giorno successivo come polisessuale e cisgender il giorno successivo e in questo continuo mutamento riconoscersi e identificarsi.

Ecco, se ti capita di sentirti così devi sapere che non sei solo, né sbagliato: non è il nostro orientamento sessuale a definirci e non dobbiamo rientrare in nessun genere predefinito. Trovare un nome alle cose può, a volte, aiutare a definirle, quando non si riesce in nessun altro modo e può aiutarci a sentire di appartenere a qualcosa di più grande.

Riproduzione riservata