Love & Sex

Perché non dobbiamo mai credere di non essere abbastanza per qualcuno

non essere abbastanza
20-06-2022
Laura Sandroni
Come fare per evitare di credere di non essere abbastanza per qualcuno e perché non dovremmo mai pensarlo, per amarci e mettere in salvo la relazione più importante di tutte, quella con se stesse

Molto spesso, le nostre paure sono il risultato di ciò che si è vissuto nel corso degli anni. Ma sono anche il più grande freno per poter vivere una vita appagante, serena e di pace nel momento presente, sia dentro che fuori di noi. Esattamente quello che succede quando, per qualche ragione, si sente di non essere abbastanza per qualcuno. Cosa che, diciamolo subito, è importante smettere di fare. Perché sì, tu sei abbastanza per chiunque, e soprattutto lo sei per te stessa/o.

Ma andiamo per ordine e cerchiamo di capire da dove nasce questo timore o sensazione e perché è fondamentale superarlo per trovare la serenità dentro di sé e nelle relazioni che si vivono.

VEDI ANCHE

Perché a volte ci sentiamo sessualmente inadeguati e cosa fare

Lifestyle

Perché a volte ci sentiamo sessualmente inadeguati e cosa fare

Perché si pensa di non essere abbastanza per qualcuno

Come detto, molto spesso le paure che ci affliggono e che influenzano il nostro modo di vivere e di affrontare le cose, arrivano da esperienze passate mal vissute e, con molta probabilità, che non si sono mai superate davvero. Minando in modo profondo il proprio modo di approcciarsi alle cose, alle persone e il modo in cui si vede se stessi, nei confronti degli altri e delle esperienze che ci si trova a vivere nel corso del tempo.

Ma cosa accade quando il timore che si sente è quello di non essere abbastanza per qualcuno? Quando, all’interno di una relazione ci si sente sempre un gradino al di sotto della persona con cui ci si rapporta? Beh, accade che quella relazione, in un modo o nell’altro, non andrà a buon fine. E il motivo alla base è che ad essere compromessa prima di qualsiasi altra cosa è la relazione che avete con voi stesse/i.

Un problema che interessa moltissime persone (e possiamo dirlo, soprattutto le donne) e che nasce da tante possibili cause diverse come:

  • la bassa autostima che ci si strascina fin da piccole/i;
  • l’aver vissuto una delusione sentimentale che ha fatto nascere la sensazione di non essere abbastanza;
  • la paura di essere rifiutate;
  • l’avere a fianco una persona che fa sentire tale, forte del suo ego e/o narcisismo e incline a “soffocare” la personalità dell’altro;
  • l’essere in un periodo in cui si stanno affrontando dei cambiamenti fisici importanti e che modificano la percezione di sé sia a livello estetico che interiore

VEDI ANCHE

Bisogna lasciare andare chi non ci ritiene importanti: impariamo a farlo così

Lifestyle

Bisogna lasciare andare chi non ci ritiene importanti: impariamo a farlo così

Insomma, tante possibili cause diverse che portano allo stesso deleterio risultato, agendo come una sorta di circolo vizioso. E che è bene fermare, smettendola di pensare di non essere abbastanza e capendo che si, lo si è, esattamente per quello e per come siamo. E i motivi per farlo sono davvero tanti.

Come smettere di credere di non essere abbastanza

E questo lo si può vedere a ogni livello, sia quello personale che nelle relazioni che si instaurano. Nel momento in cui si vive credendo di non essere mai all’altezza o abbastanza per qualcuno, infatti, è come se ci fosse qualcosa che ci blocca in modo costante. Ripetuto.

Portandoci, quindi, a non esprimerci in modo sincero e completo per paura. E di fatto, minando già dalle basi la possibile relazione che sta iniziando. In questo modo, non solo la vivrete male voi in prima persona ma lo stesso potrebbe accadere nel partner (in questo caso, senza colpa alcuna). Che potrebbe stancarsi o non comprendere il vostro atteggiamento e/o insicurezza nei suoi confronti. Ecco perché, se il timore nasce da relazioni passate, per esempio, è bene cancellare dalla memoria questa sensazione totalmente sbagliata e legata ad una relazioni sbagliata. Dando la possibilità al nuovo di nascere e vivere con i migliori presupposti.

Ma non solo. Quando si crede di non essere abbastanza per qualcuno, molto speso ci si ferma prima. Impedendosi di amare e di vivere qualunque tipo di relazione, da quelle sentimentali a quelle di amicizia. Il tutto per paura. E limitando in modo notevole la propria vita, aumentando il pensiero negativo che ci affligge.

Anche se può sembrare un controsenso, poi, credere di non essere abbastanza per qualcuno, poi, può portare a vivere relazioni con persone che, per carattere o personalità, tenderanno a “schiacciarvi” ancora di più. A mancarvi di rispetto e considerazione. Forti delle vostre debolezze e dell’immagine errata che avete di voi. E questo può accadere in ogni tipo di relazione.

Il risultato? In ogni caso l’assenza di felicità e di quella più che giusta autostima e consapevolezza in ciò che siete.

Ecco perché, è estremamente importante riprendere il controllo di sé, delle proprie emozioni e di ciò che si è. Anche facendosi aiutare da uno specialista e andando in profondità del vostro pensare. Imparando nuovamente a conoscervi e ad apprezzarvi per come siete. Fiere, piene di autostima e consapevoli del vostro valore e del vostro essere, sia dentro che fuori. A prescindere da tutto e da chiunque abbiate accanto.

Riproduzione riservata