Love & Sex

Tutti i motivi per cui l’autoerotismo è un gesto di benessere

14-03-2022
Oltre a migliorare l'intimità con se stesse e con il partner in più, l'autoerotismo vanta numerosi benefici per la salute: scopriamo tutto quello che c'è da sapere sulla masturbazione

Masturbazione: perché è così importante

La masturbazione è una pratica sessuale individuale (ma che si può praticare anche reciprocamente), e generalmente consiste nell'autostimolazione di genitali e zone erogene al fine di provare piacere ed eventualmente raggiungere l'orgasmo.

Masturbarsi fa bene : la scienza conferma che l'autoerotismo è una pratica estremamente positiva per il benessere psico-fisico, sia maschile che femminile.

Perché ci masturbiamo?

Masturbarsi vuol dire poter dare espressione alla propria libido in qualsiasi momento e senza alcun vincolo, nel modo che si desidera. Si tratta insomma di una dimensione assolutamente personale di espressione della propria sessualità.

In altre parole l'autoerotismo fa parte integrante della nostra vita sessuale, e anzi è quella parte della vita sessuale non vincolata alla presenza di altre persone con cui avere rapporti. Masturbarci ci dà quindi modo di vivere la nostra vita sessuale anche in assenza di un partner.

Non trascuriamo poi il fatto che autoerotismo significa anche, in fondo, dedicarsi del tempo e conoscersi, sperimentando - mentalmente e fisicamente - gli stimoli che più incontrano i nostri gusti. Ma non si tratta solo di questo: la masturbazione può essere benefica anche all'interno di una relazione, contrariamente a quanto pensano in molti. E anzi è normalissimo continuare a masturbarsi in maniera costante anche se nel frattempo si ha la possibilità di fare sesso con un'altra persona con ragionevole frequenza.

Come fare? Le principali tecniche di masturbazione

In questo articolo parleremo soprattutto di masturbazione femminile. Partendo dal presupposto che i gusti possono variare enormemente da persona a persona, le "tecniche" di masturbazione femminile possono essere davvero tantissime, e di vario genere. Ovviamente le tecniche principali sono relative alla stimolazione fisica di zone erogene e genitali, ma non dimentichiamo che il cervello è a suo modo un sensibilissimo strumento di piacere: non a caso è possibile per alcune persone raggiungere l'orgasmo con una stimolazione fisica davvero minima, supportata però da fantasie sessuali estremamente potenti.

Ciò detto riassumiamo di seguito in maniera sintetica le principali tecniche di masturbazione:

  • Stimolazione manuale

Si tratta del metodo più immediato, e consiste nello stimolare con le mani le zone che più danno piacere, in genere principalmente clitoride e vulva.

E qui si apre un mondo: i sex toys lavorano in genere per stimolazione diretta, e ne esistono moltissime tipologie, dedicata alla stimolazione di diverse zone del corpo

  • Uso di oggetti

Largo alla fantasia: è possibile esercitare stimolazione meccanica usando moltissimi oggetti che si hanno in casa, a mo' di sex toy, ovviamente stando sempre attenti a utilizzarli in maniera sicura. Dal doccino agli ortaggi, l'unico limite è la creatività

  • Tramite sfregamenti

Non occorrono per forza stimolazioni troppo dirette: una peculiarità della sessualità femminile è che a volte bastano sfregamenti in certe zone (un grande classico da utilizzare è il cuscino) per raggiungere l'orgasmo

  • Masturbazione e pornografia

Anche se siamo abituati ad associare l'uso di materiale pornografico alla masturbazione maschile, lo stimilo visivo può essere utilizzato davvero da tutti, ovviamente se rientra nei propri gusti

  • Con il pensiero

Come già accennato è possibile masturbarsi anche tramite una stimolazione fisica minima, accompagnata però da una fantasia sessuale particolarmente forte e coinvolgente.

  • Masturbazione reciproca

Infine la masturbazione può entrare a far parte delle pratiche sessuali con altre persone, tramite la masturbazione reciproca, oppure masturbandosi di fronte all'altra persona. Si tratta di una pratica che molti trovano estremamente intima ed eccitante.

Tutti i benefici della masturbazione

Quando si dice che masturbarsi fa bene, si tratta di un'affermazione valida su più livelli. Del resto la sensazione di benessere è solitamente immediata dopo l'autoerotismo, e in particolare dopo l'orgasmo. Oltre al piano delle sensazioni, l'autoerotismo ha anche effetti benefici più pratici che andiamo a vedere di seguito.

1. Migliora l'umore

Masturbarsi riporta anche il buonumore. Perché l'autoerotismo è così strettamente connesso con sensazioni positive e di appagamento generale? Per prima cosa, perché il raggiungimento dell'orgasmo favorisce la produzione di endorfine.

Inoltre, secondo una ricerca dell'Università di Sidney, masturbarsi può aiutare anche a prevenire lievi forme depressive, proprio perché le endorfine liberate contrastano elevati livelli di stress, restituendo così il benessere emotivo perduto.

La masturbazione è, quindi, anche un forma efficace di sfogo emotivo per liberarsi delle tensioni di una giornata pesante.

2. Migliora il sesso in coppia

Masturbarsi non significa essere insoddisfatte del proprio partner o della vita sessuale di coppia.  Accade spesso, però, che dal punto di vista maschile la masturbazione femminile sia considerata un'alternativa soddisfacente a una notte a due deludente.

Invece, l'autoerotismo e un'appagante sessualità di coppia possono coesistere, anzi si alimentano a vicenda. La masturbazione fa bene proprio perché porta a conoscere meglio il proprio corpo e i modi più sicuri per raggiungere il piacere.

Portare queste conoscenze all'interno della coppia, senza moti di orgoglio o imbarazzo, è un valore aggiunto e aumenta l'intimità, risvegliando le relazioni più assopite e annoiate.

3. Può ridurre il mal di testa

La masturbazione ha, forse inaspettatamente, anche risvolti benefici per la salute in generale. Infatti, il rilascio di endorfine e la netta diminuzione della tensione conseguente al raggiungimento dell'orgasmo, svolgono un'importante azione analgesica su diverse forme di cefalea.

Pensiamo soltanto alla cefalea di tipo muscolo-tensivo, causata principalmente da elevati livelli di stress: questo fastidiosissimo mal di testa può essere attenuato anche dalla pratica dell'autoerotismo, così come da yoga e meditazione. Tutte le attività che distendono i nervi e aumentano il relax, sono infatti benefiche per chi soffre di mal di testa, masturbazione compresa.

4. Allevia i dolori mestruali

La masturbazione, grazie all'orgasmo, riesce a svolgere un efficace effetto analgesico e anestetizzante per entrambi i sessi. Per quanto riguarda la salute femminile, l'autoerotismo può risultare un valido alleato per attenuare i fastidiosi e tipici sintomi del periodo premestruale, nonché i crampi durante il ciclo.

A confermare il potere antidolorifico dell'orgasmo, è la scienza stessa. Barry Komisaruk, neuroscienziato della Rutgers University, ha studiato gli effetti del piacere (maschile e femminile) sul cervello. I risultati dello studio hanno confermato che, durante l'orgasmo, l'area cerebrale è totalmente preda delle endorfine e che, quindi, la stimolazione sessuale può portare a un aumento considerevole della soglia del dolore.

5. Regolarizza la pressione

La masturbazione come momento di intimo relax a fine giornata e anche, perché no, come inizio energizzante. L'autoerotismo mattutino può avere effetti simili a quelli di una camminata di buon'ora: endorfine alle stelle e molta più grinta per affrontare gli impegni della giornata.

Ma i benefici della masturbazione non terminano qui: l'autostimolazione sessuale (così come l'atto sessuale vero e proprio) svolge un'azione regolarizzatrice sulla pressione arteriosa.

6. Migliora le difese immunitarie

Inoltre, secondo gli studiosi Santella e Cooper dell'Università di Sidney, tra i positivi "effetti collaterali" della masturbazione per le donne, si annoverano: una diminuzione delle infezioni a carico delle vie urinarie e della cervice, nonché un positivo controllo dei valori della glicemia e un miglioramento delle difese immunitarie.

7. Miglioramento del sonno

Chi ha difficoltà a prendere sonno, spesso, è tormentato da pensieri ossessivi: il lavoro, i figli, i problemi di coppia, le scadenze del mutuo...Il risultato è che la mente non riesce mai a fermarsi e a "staccare".

Masturbarsi fa bene soprattutto prima di dormire perché può funzionare come metodo anti-stress e anti-insonnia tutto naturale. Il piacere sessuale e l'orgasmo, il suo apice, sono infatti precursori della produzione di endorfine. Quest'ultime garantiscono serenità e relax: condizioni ottimali per addormentarsi e riposare meglio fino al mattino.

Riproduzione riservata