Love & Sex

Cosa significa essere una persona demisessuale

coppia innamorata insieme
08-06-2022
Giulia Bocchi
Tra i termini relativi alla sessualità, ce n'è uno che rientra nello spettro dell'asessualità. Cosa significa essere demisessuale e cosa implica nei confronti dell'attrazione sessuale

Nell’ampio dizionario dedicato alla sessualità, esiste anche un termine (poco conosciuto) che riguarda chi è demisessuale. In effetti, la sessualità delle persone è un tema molto, molto ampio e ricco di sfumature che indicano diverse identità di genere, i vari orientamenti sessuali e, ancora, le modalità di concepire il sesso.
Potrebbe quindi essere interessante anche sapere un po’ di più sul demisessuale.

Cos’è la demisessualità

Se sei una persona demisessuale, significa che rientri nello spettro dell’asessualità. In particolare, la demisessualità è chiamata anche «sessualità grigia», poiché comprende quella terra di mezzo tra l'asessualità (mancanza di attrazione sessuale verso chiunque) e l'allosessualità (cioè la “normale” attrazione fisica verso altri, indipendentemente dal proprio orientamento). La demisessualità non va confusa con l'astinenza sessuale o la castità. Infatti, mentre la demisessualità è una variabile individuale della sessualit, praticare l'astinenza o la castità è una scelta volontaria.

Una persona demisessuale (o di sessualità grigia), infatti, riesce a provare attrazione sessuale solo con persone con cui ha un legame affettivo. In altre parole, si potrebbe dire che essere demisessuali significa avere una concezione (innata) della sessualità (e quindi, dell’attrazione) basata sul romanticismo.

Definizione

Tra le varie definizioni delle persone demisessuali che si trovano in rete, ecco quella riportata sul sito asexuality.org, che evidenzia la necessità di un legame emotivo per provare attrazione sessuale. «I demisessuali non provano attrazione sessuale a meno di non avere una forte connessione emotiva con qualcuno. Però non si limitano a relazioni platoniche. Questo termine non significa che i demisessuali hanno una sessualità incompleta: semplicemente difficilmente conoscono il sesso senza amore (inteso come connessione emotiva). Di base non sentono attrazione sessuale, tuttavia, quando un demisessuale sente una connessione emotiva con un'altra persona (con sentimenti romantici o di profonda amicizia), allora sperimenta attrazione e desiderio, e accade solo per specifiche persone a cui è legato».

VEDI ANCHE

Cosa significa essere skoliosessuale?

Lifestyle

Cosa significa essere skoliosessuale?

Origini del termine

Essere demisessuale significa provare attrazione solo verso persone con cui si ha una connessione emotiva. Dal punto di vista etimologico, infatti, basta considerare il termine demisessualità, che deriva dall’unione di due parole. In particolare, «demi», che in francese significa «metà» e «sessualità». Da qui puoi capire che demisessuale significa appunto che le persone che si riconoscono come tali provano attrazione (a differenza di chi è asessuale), ma solo se coinvolte in un rapporto emotivo.

La differenza tra persona demisessuale e asessuale

Come detto sopra, la demisessualità fa parte dello spettro dell'asessualità. Tuttavia, i due concetti non sono da confondere, poiché indicano condizioni diverse. In generale, infatti, gli asessuali tendono a provare scarso o poco interesse o una specifica pulsione verso il sesso. Al contrario, le persone demisessuali provano attrazione sessuale, quando si verifica una condizione precisa, ovvero quella di un forte coinvolgimento e legame emotivo.

Si potrebbe pensare che una persona demisessuale sia per l’amore platonico o incapace di provare attrazione per sconosciuti. Non è così, poiché a livello di fantasia, tutto può succedere. Nella pratica, invece, le persone demisessuali preferiscono spostare la relazione a livello fisico solo dopo aver sviluppato un legame emotivo con il partner.

Perché prescinde dall’orientamento sessuale

Tra gli equivoci che riguardano chi è demisessuale, c’è anche quello di confondere questa caratteristica come un orientamento sessuale. In realtà, la demisessualità, come abbiamo detto, rientra nello spettro dell’asessualità (essendo “a metà” tra l’asessualità e l’allosessualità). Come tale, essere demisessuale fa riferimento alle modalità di attrazione, e non all’orientamento sessuale in senso stretto. In altre parole, una persona può essere demisessuale indipendentemente dal suo essere omosessuale, eterosessuale o qualsiasi altra possibilità di orientamento.

VEDI ANCHE

Ceterosessuale: cosa significa e cosa vuol dire esserlo?

Lifestyle

Ceterosessuale: cosa significa e cosa vuol dire esserlo?

La differenza con demigirl

A proposito di possibili equivoci, il termine demisessuale non va confuso con demigirl. I due termini, infatti, possono sembrare simili, ma non sono sinonimi. Demigirl, infatti, è un’identità di genere (che può considerarsi non binaria). Come abbiamo detto prima, una persona demisessuale, invece, ha la necessità di sentire una forte connessione emotiva con qualcuno per provare attrazione fisica nei suoi confronti. Ovviamente, una demigirl può anche essere demisessuale, ma questa situazione non è una condizione necessaria.

Com’è la demisessualità

Oggi come oggi, le relazioni tendono a svilupparsi molto rapidamente. Spesso nascono tramite app di incontri, e di frequente c'è poco tempo per creare una profonda connessione emotiva, prima di andare a letto. Una persona demisessuale, che invece ha bisogno di conoscere a fondo e di stabilire un legame solido prima di fare sesso con qualcuno, senza dubbio può trovare delle difficoltà rispetto a chi preferisce avventure veloci.

Quali sono i segnali della demisessualità

È importante ricordare che nella sessualità non è corretto cercare definizioni e “etichette” che identifichino aspetti così privati delle persone. Soprattutto perché la sessualità sfugge a qualsiasi etichetta statica. Per di più, qualsiasi identità, orientamento o attitudine sessuale non è certo una malattia, perciò usare il termine «segnali» potrebbe essere equivocato. In questo caso (e in tutti quelli che riguardano temi di sessualità), usiamo il termine «segnali» per indicare alcune condizioni o emozioni che potrebbero aiutarti a comprendere un po’ meglio la tua sessualità. Se ti riconosci in alcune (o tutte) le prossime affermazioni, potresti essere una persona demisessuale:

  • le tue storie sono nate prima come amicizia
  • hai sentimenti contrastanti rispetto al sesso
  • impieghi tempo a provare attrazione sessuale
Riproduzione riservata