Love

Cosa significa essere aromantici: le info per superare tutti i pregiudizi

essere aromantici: cosa significa
05-03-2022
Malgrado sembri molto intuitivo, il significato del termine aromantico racchiude in sé una vasta gamma di sfumature. Conoscerle è importante per capire se si rientra in questa definizione o per supportare chi vi si ritrova

Negli ultimi anni, l’evoluzione del dibattito sull'orientamento sessuale, ma anche sull'orientamento romantico ha dato a molte persone la possibilità di riconoscersi in determinate situazioni relazionali; una di queste è l'aromanticismo. Ma sappiamo davvero cosa significa essere aromantici?

Il rischio, quando si parla di questi argomenti, è infatti quello di approcciarli con superficialità e non comprendere appieno tutte le sfumature del loro significato. 

VEDI ANCHE

Tutta la storia della parola Queer per capirne il vero significato

Lifestyle

Tutta la storia della parola Queer per capirne il vero significato

Il vero significato dietro il concetto di aromanticismo

In genere le persone aromantiche non sentono il bisogno di una relazione romantica per essere soddisfatte. Tuttavia, questa mancanza di desiderio nei confronti del romanticismo può spesso indurre gli altri a pensare che siano fredde, distaccate o bigotte, mentre non è assolutamente così! 

Gli individui aromantici sono infatti perfettamente in grado di creare relazioni basate sull’amicizia e sull’affetto, ad esempio nei confronti di amici e familiari. Semplicemente non sono interessate a relazioni romantiche “tradizionali”.

Spesso però, le persone aromantiche si trovano purtroppo ad aver a che fare con i giudizi e le supposizioni degli altri sul perché non siano interessate alle relazioni romantiche. Addirittura ci sono molti preconcetti che un aromantico non abbia sentimenti o non possa amare qualcuno. Ebbene, non è così!

Aromantico o asessuale?

Spesso si fa ulteriore confusione per quanto riguarda la differenza tra aromanticismo e asessualità, che sono in realtà due cose molto diverse, anche se a volte si accompagnano.

Mentre un individuo aromantico non è interessato a relazioni romantiche, un individuo asessuale non prova attrazione sessuale (e desidera generalmente una relazione platonica) o lo sente soltanto quando è presente una forte connessione emotiva con il partner.

Nello stesso modo in cui l'asessualità può presentarsi su uno spettro, lo stesso vale per l'aromanticismo. Per coloro che ritengono di essere aromantici, ci possono essere delle variazioni, o una sorta di scala in cui vari fattori possono influenzare la propria identità, i desideri e le scelte. Ad esempio c’è la sfumatura demiromantica che descrive qualcuno che può provare sentimenti romantici solo a volte, o in condizioni molto specifiche.

Inoltre, una persona aromantica può avere qualsiasi orientamento sessuale: può essere al contempo gay, etero, bisex. L'aromantico allo stesso modo può avere qualsiasi identità di genere. Questi sono spettri separati e quindi possono coesistere sovrapposizioni di molti tipi.

VEDI ANCHE

LGBTQIA+: dall’acronimo alla storia del movimento, tutto quello da sapere

Lifestyle

LGBTQIA+: dall’acronimo alla storia del movimento, tutto quello da sapere

Segni che potresti essere aromantico

Capire di essere una persona aromantica potrebbe non sempre essere semplice, soprattutto perché gli stereotipi dominanti nella nostra società non contemplano facilmente questo vero e proprio orientamento romantico.

Qualcuno che è aromantico si sentirà spesso scollegato dall'idea dominante di romanticismo, ma cosa significa veramente? Esistono alcuni segnali che potrebbero aiutare nell’identificare l’essere aromantico, ma vanno considerati solo come un utile punto di partenza e non come regole ferree. Ricorda che nessuno di noi ha il dovere di rientrare in uno schema: lo schema al massimo può essere adattato per descrivere e verbalizzare quello che siamo.

Ecco allora alcuni elementi che possono aiutarci a focalizzare su cosa significa essere aromantici.

  • Non hai cotte romantiche

Un segnale che potresti essere aromantico è che semplicemente non ti ritrovi ad avere cotte romantiche. Certo, qualcuno potrebbe piacerti davvero o addirittura lo potresti amare, ma quella cosa che fanno i ragazzini alle medie con le iniziali dentro a un cuore? No grazie.

  • Non desideri o non ti vedi felice in una relazione romantica

Mentre i tuoi amici sono sempre alla ricerca di "quello giusto" e sognano un matrimonio perfetto e i loro futuri figli, questo non fa per te. Niente di grave!

  • Non colleghi l'attrazione sessuale all'idea di romanticismo o di relazione

A meno che la persona non sia anche asessuale, essere aromantico non significa necessariamente non avere desiderio sessuale o astenersi dall'attività sessuale; tuttavia potresti vedere il sesso come scollegato dal romanticismo. 

  • Spesso ti accusano di dare segnali contrastanti

Dal momento che l'attrazione romantica non è nelle tue corde, spesso ti accusano di dare segnali contrastanti nelle relazioni. In questi casi, la soluzione migliore è essere molto chiari e aprirsi fin da subito con il partner, reale o potenziale .

  • Accetti l’amore erotico ma non necessariamente quello romantico

Il romanticismo non è un requisito per l'amore erotico. Si possono sperimentare sentimenti d'amore per un'altra persona basati sull'attrazione sessuale ma non sul romanticismo.

  • Non rispondi ai gesti romantici, anche se ti senti connesso all'altra persona

Se qualcuno cerca di corteggiarti con cuori, cioccolatini fiori e il classico "tu mi completi", questo potrebbe far scattare in te il desiderio di fuga. Parla chiaro e sottolinea con garbo e decisione che queste cose non sono nelle tue corde!

Come avere appuntamenti ed essere aromantici

Non è raro che le persone aromantiche scelgano di non uscire con nessuno perché il romanticismo non è una priorità. Tuttavia, non è detto che sia sempre così, e pur riconoscendoti nello spettro dell’aromanticismo potresti decidere di avere appuntamenti e relazioni.

In questo caso, la cosa migliore è sempre essere il più chiari possibile su ciò che si desidera e comunicare con sincerità e trasparenza questo aspetto della propria personalità, per trovare un partner compatibile e non rischiare fraintendimenti.

È importante aprirsi con l’altro, imparando a superare le paure e fidarci di chi abbiamo accanto, ed eventualmente porre dei limiti, se qualcosa nella relazione non fa stare bene o a proprio agio.

Come sostenere le persone aromantiche

Aromantico è ancora un termine abbastanza nuovo, e come risultato, le persone che vi si riconoscono spesso devono confrontarsi con idee sbagliate sul loro orientamento. Il modo migliore per supportare e sostenere una persona aromantica è innanzitutto essere rispettosi del suo orientamento e della sua identità.

Se è una persona con cui siamo in confidenza, è utile fare domande, ascoltando ciò che ha da dire e chiedendo cosa puoi fare per soddisfare le sue esigenze e dimostrare il tuo sostegno. Sii però sempre consapevole che l'altro potrebbe non voler condividere tutto fin da subito, soprattutto se si è appena riconosciuto in questo spettro.

Pensare che una persona aromantica non sappia amare, è un’idea davvero sbagliata: l'amore può assumere molte forme, e può avere significati diversi per persone diverse. Riconoscere di essere aromantici, o accettare che un amico, un familiare o persino il partner lo sia può portare ad una comprensione più profonda dei rapporti con gli altri e persino rafforzarli.

Riproduzione riservata