Entertainment

La ragazza del mare: In un film, la vera storia della prima donna ad attraversare la Manica a nuoto

the young woman and the sea film
Arriverà a breve anche in Italia il film targato Disney Young Woman and the Sea, in cui Daisy Ridley porta alla luce la vera storia di Trudy Ederle, la prima donna ad attraversare a nuoto la Manica nel 1926.

Il film Young Woman and the Sea, prodotto da Disney e prossimamente nelle nostre sale, si configura come un'epopea cinematografica che narra la vera e incredibile storia di Trudy Ederle, la prima donna a attraversare a nuoto la Manica. Il film vanta la partecipazione stellare di Daisy Ridley nel ruolo principale, affiancata da attori del calibro di Tilda Cobham-Hervey, Stephen Graham, Kim Bodnia, Jeanette Hain, Christopher Eccleston e Glenn Fleshler.

La regia è affidata a Joachim Rønning, con una sceneggiatura di Jeff Nathanson, basata sul libro La ragazza del mare di Glenn Stout che ha ispirato il film. Jerry Bruckheimer, conosciuto per la sua capacità di catturare storie ispiratrici, è uno dei produttori principali.

Young Woman and the Sea si propone come un film non solo di intrattenimento ma anche di ispirazione, che celebra il coraggio e la determinazione femminile in un'epoca di grandi cambiamenti sociali. Attraverso una narrazione intensa e una produzione curata, il film aspira a lasciare un segno nel panorama cinematografico, riscoprendo una figura storica meritevole di essere celebrata e ricordata.

Dal libro al film

Trudy Ederle, nata nel 1905 da genitori immigrati a New York, ha rotto le barriere sociali e sportive diventando non solo un'icona del nuoto olimpico ma anche una pioniera, compiendo la storica traversata della Manica nel 1926. Questo evento non solo ha segnato un record sportivo, ma ha anche simboleggiato una vittoria significativa per le donne in un'epoca dove il loro ruolo nella società era rigidamente limitato.

La trasposizione cinematografica del libro di Stout è stata stimolata dalla scoperta casuale dello stesso da parte di Jeff Nathanson nel 2016, mentre cercava storie di empowerment femminile da condividere con le sue figlie. Affascinato dalla figura di Ederle e dal contesto storico della New York degli anni '20, Nathanson ha presentato il progetto a Jerry Bruckheimer, un produttore con una notevole esperienza nella realizzazione di film ispiratori. "Mi ha colpito il fatto che la storia di una giovane donna così straordinaria fosse stata quasi dimenticata. Ho subito sentito che doveva essere raccontata", ha affermato Nathanson.

Joachim Rønning, regista del film Young Woman and the Sea, ha espresso grande entusiasmo per il progetto, colpito dalla potenza narrativa e dall'oblio storico in cui era caduta la figura di Ederle. "Era una storia vera incredibile che non avevo mai sentito prima”, ha evidenziato. “Mi ha affascinato scoprire che un evento così significativo fosse stato quasi dimenticato. La storia di Trudy è commovente, divertente ed emozionante - tutto quello che cerco in un film."

Il regista ha cercato di ricostruire non solo la cronaca degli eventi ma anche l'atmosfera emotiva e culturale dell'epoca, enfatizzando il contrasto tra il glamour del Jazz Age e la determinazione di due giovani donne a fare la storia nel nuoto.

Il poster del film Young Woman and the Sea.
Il poster del film Young Woman and the Sea.

I personaggi principali

Daisy Ridley, protagonista del film Young Woman and the Sea, ha approfondito il personaggio di Trudy Ederle con grande dedizione, immergendosi nei dettagli fisici e emotivi richiesti dal ruolo. Ha dovuto adattarsi alle rigide condizioni di nuoto dell'epoca e superare le sfide fisiche imposte dalle riprese in acque aperte e fredde. La sua interpretazione mira a catturare non solo la forza fisica di Ederle ma anche la sua resilienza emotiva e la sua capacità di sfidare le convenzioni sociali. "Non avevo mai sentito parlare di Trudy Ederle prima di questo progetto. Scoprire che una donna aveva compiuto questa impresa tanto tempo fa mi ha veramente ispirata. Impersonare Trudy è stata una sfida fisica ed emotiva intensa".

"Daisy si è immersa completamente nella preparazione fisica per il ruolo, imparando a nuotare in acque gelide e aperte, adattando il suo stile di nuoto ai metodi dell'epoca," ha commentato Rønning. "La sua dedizione è stata fondamentale per portare autenticità al personaggio di Trudy".

Young Woman and the Sea pone anche un forte accento sulle dinamiche familiari e di supporto che hanno circondato Ederle. Personaggi come Meg, la sorella maggiore di Trudy, e i loro genitori, interpretati rispettivamente da Tilda Cobham-Hervey, Kim Bodnia e Jeanette Hain, sono fondamentali per comprendere le motivazioni e le sfide personali di Trudy. Il loro supporto incondizionato è ritratto come un elemento cruciale che ha permesso a Trudy di perseguire e realizzare i suoi sogni contro ogni aspettativa.

Tilda Cobham-Hervey, che interpreta Meg, ha riflettuto sul loro legame: "La relazione tra Meg e Trudy è centrale nella storia. La loro vicinanza è palpabile e ha un impatto significativo sul percorso di Trudy".

"La chimica tra Daisy e Tilda era essenziale, e quando le ho viste insieme la prima volta, ho capito che avrebbero portato qualcosa di molto speciale al film", ha detto Rønning. "La loro interazione aggiunge una profondità cruciale alla narrazione".

Young Woman and the Sea: Le foto del film

1/12
2/12
3/12
4/12
5/12
6/12
7/12
8/12
9/12
10/12
11/12
12/12
PREV
NEXT
Riproduzione riservata