Entertainment

Un invito mortale a un matrimonio bagnato di sangue nel film Netflix

Su Netflix arriva il film The Ceremony - Invito mortale, un horror tutto al femminile che sovverte il romanticismo di un matrimonio per trasformarlo in un incubo per la sopravvivenza.

Netflix propone dal 31 marzo The Ceremony - Invito mortale è un film horror diretto da Jessica M. Thompson, giovane regista australiana che si è fatta apprezzare grazie alla serie tv The End. Racconta la storia di Evie (Nathalie Emmanuel), una giovane ragazza che, dopo la morte della madre, non avendo altri parenti conosciuti si sottopone a un test del DNA. Scopre così di avere un cugino. Invitata da questi a prender parte a un sontuoso matrimonio nella campagna inglese, Evie viene inizialmente sedotta dal sexy e aristocratico padrone di casa ma presto si ritrova catapultata in un incubo senza fine. Sarà così costretta a lottare per la propria sopravvivenza mentre scoprirà gli inquietanti segreti dietro la storia della sua famiglia, assetata di sangue.

L’invito al matrimonio

Ciò che contraddistingue il film Netflix The Ceremony - Invito mortale da tanti altri horror è la prospettiva totalmente al femminile, garantita da una giovane protagonista e da una regista altrettanto giovane. “Sono cresciuta guardando gli horror e i thriller. Sono sacri per me”, ha dichiarato la regista Jessica M. Thompson. “Ne ho sempre voluto girare uno ma con una prospettiva tutta al femminile”.

Uno degli scopi principali di un film horror è quello di sovvertire situazioni che sono gioiose e felici. Lo Squalo, ad esempio, ha sovvertito il clima festivo sulle spiagge, Halloween la pace e la calma dei sobborghi di periferia e Venerdì 13 la spensieratezza dei campeggi estivi. The Ceremony - Invito mortale è un film che risponde a questa regola implicita, portando orrore nel mondo romantico dei matrimoni.

Protagonista centrale del film Netflix The Ceremony - Invito mortale è Evie, una giovane artista in difficoltà di New York. Dopo aver perso il padre da adolescente, Evie perde anche la madre a causa di un cancro e si sente più sola che mai al mondo. “Mi identifico molto in Evie”, ha spiegato la regista. “A 24 anni, mi sono trasferita a New York per diventare regista. Non conoscevo anima viva. Ho faticato un bel po’ per adattarmi, trovare un lavoro che mi permettesse di sopravvivere e combattere per inseguire il mio sogno senza sentirmi sola. Ed Evie mi somiglia. Cerca di cavarsela come può nel trambusto della Grande Mela. Se a me fosse stato proposto allora un viaggio gratis, avrei come lei accettato ignorando gli avvertimenti della mia migliore amica”.

Sottoponendosi al test del DNA, Evie scopre di appartenere a una ricca famiglia inglese. E da questa viene invitata a prender parte a un imminente matrimonio. Non sa però che sarà lei stessa la sposa. “Evie crede di essere un’invitata come tante altre”, ha sottolineato Nathalie Emmanuel, l’attrice che la interpreta, resa famosa dal ruolo di Missandei nella serie tv Il trono di spade. “Non ascolta nemmeno l’amica Grace (Courtney Taylor). Ma, al suo arrivo, scopre di essere in realtà la sposa di cui la sua ricca e vecchia famiglia inglese ha bisogno. Attraverso il suo DNA, i familiari hanno scoperto che il suo sangue è quello giusto per far andare avanti la loro stirpe”.

“Il matrimonio può essere una cosa bellissima”, ha continuato l’attrice. “Ma, se ci pensiamo, fino a non molto tempo fa erano lo strumento usato dalle famiglie per accumulare maggiore ricchezza. A differenza delle ragazze di un tempo che accettavano passivamente di sposare emeriti sconosciuti, Evie reagirà trovando una consapevolezza che nemmeno pensava di avere”.

Thomas Doherty e Nathalie Emmanuel in The Ceremony - Invito mortale.
Thomas Doherty e Nathalie Emmanuel in The Ceremony - Invito mortale.

La vecchia famiglia inglese

Una volta giunta in Inghilterra, la protagonista del film Netflix The Ceremony - Invito mortale si dimostra lontana dalle etichette della vecchia (ma molto vecchia) famiglia aristocratica che la ospita. Si presenta alla servitù, conosce il nome delle cameriere e sa chi sono come persone. A lei non interessa lo status sociale o la loro classe di appartenenza, con grande sgomento dei suoi nuovi parenti.

Il proprietario della residenza è Walter, interpretato dall’attore Thomas Doherty. Bello e affascinante, Walter cela un lato oscuro che pian piano comincia a rivelarsi. “Quando incontra Evie, tra i due c’è molta chimica”, ha affermato l’attore. “Il loro rapporto si intensifica rapidamente. La vede come una giovane donna forte e indipendente e per tale ragione desidera che rimanga con lui. Ovviamente, per i suoi propositi personali”.

Inquietanti come Walter sono anche gli altri presenti al matrimonio. Stephanie Corneliussen interpreta Viktoria: decadente, animalesca, possessiva, gelosa e narcisista, è in preda alle sue stesse emozioni e insicurezze. Alana Boden è invece Lucy: all’apparenza è l’ingenua della famiglia ma ciò non significa che Lucy può fidarsi di lei. Hugh Skinner presta il volto a Oliver Alexander, colui che scopre che Evie è sua cugina. Anch’egli molto affascinante, è in realtà più infido e malvagio di quanto lasci trasparire.

Carol Ann Crawford impersona la signora Swift, la capo governante di tutte le cameriere della residenza: al servizio della famiglia da più di 50 anni, ha sempre mantenuto la testa bassa e, soprattutto, il silenzio su ciò che accade tra quelle mura. Come tutti, anche la signora Swift dipende dal maggiordomo Field, portato in scena da Sean Pertwee. Field è come se fosse il padrone di casa, il braccio destro su cui poter contare: del resto, è in servizio da un tempo misteriosamente lungo.

The Ceremony - Invito mortale: Le foto del film

1/16
2/16
3/16
4/16
5/16
6/16
7/16
8/16
9/16
10/16
11/16
12/16
13/16
14/16
15/16
16/16
PREV
NEXT
Riproduzione riservata