Entertainment

5 serie tv da vedere se ami Gossip Girl

blake lively in gossip girl
Se il brillante cosmo dell’Upper East Side in cui è il gossip che comanda vi manca da morire, ecco le serie che fanno per voi simili a Gossip Girl

Partiamo da un fatto: Gossip Girl è unica. D’altra parte, la serie uscita nel 2007 (a sua volta adattamento dei romanzi scritti da Cecily von Ziegesar) unisce una serie di elementi difficili da ritrovare tutti insieme negli altri teen drama in circolazione, essendo allo stesso tempo modaiola, gossippara e concentrata sul preciso fenomeno dei blog, in voga a metà anni duemila, e poi soppiantato dall’arrivo di altre tecnologie e soprattutto dai social network. Insomma, c'è chi di Gossip Girl ha amato i costumi, chi l'ambientazione patinata, chi la colonna sonora.

Proprio per questi motivi, si è pensato a un reboot della serie (in onda su Sky dal 27 ottobre 2021) che riprende la storia otto anni dopo la conclusione della prima serie. Si torna quindi nell’Upper East Side, nell’esclusiva Constance Billard St. Jude’s School di New York, dove a dettare legge questa volta è la giovane influencer Julien Calloway - la rivelazione Jordan Alexander - e le sue amiche.

Nel mondo di adesso, i blog hanno perso di efficacia, e l'unico modo per attirare l'attenzione dei ragazzi è usare il loro stesso linguaggio, ovvero quello di Instagram. A gestirlo questa volta sono gli insegnanti della Constance che hanno pensato di rispolverare l'idea del vecchio blog di Gossip Girl per tenere in pugno i capricci dei ricchi rampolli.

E se non ci sono più i completi bon ton di Blair Waldorf e i look da capogiro di Serena Van Der Woodsen, al centro della narrazione restano comunque le vicende di un gruppo di adolescenti che tra sesso e segreti cercano di scoprire chi sono davvero come in ogni teen drama che si rispetti.

Il reebot è stato già confermato per una seconda stagione, ma nel frattempo ecco cinque serie da vedere se ami (o hai amato) Gossip Girl.

The bold Type

Passiamo dal genere teen drama al comedy, con la serie The bold Type che di Gossip Girl ricorda sia l’ambientazione tutta newyorkese che l’aspetto super glamour e patinato delle protagoniste. La serie, ispirata alla vita della ex-capo redattore del periodico statunitense Cosmopolitan Joanna Coles, segue le vicende delle tre protagoniste Jane, Kat e Sutton, tre amiche, tutte impiegate per una rivista nota a livello internazionale di moda (che viene mostrata senza peli sulla lingua) mentre cercano di trovare la propria strada nella Grande Mela.

Il titolo è già un programma: bold infatti da un lato vuol dire “ragazze toste”, dall’altro è il formato “grassetto” con cui si scrive. Se gli echi di Sex and the City sono ben più che accennati, non c’è però solo il glamour in questa serie. Gli argomenti, dalla violenza di genere alla mascolinità tossica, strizzano gli occhi al girl power. Vale la pena guardarla anche solo per le carrellate di outfit stupendi delle tre protagoniste (come in Gossip Girl).

Control Z

Control Z è una serie messicana che ha fatto il suo esordio su Netflix a maggio 2020. Come in Gossip Girl al centro della vicenda c’è un intero liceo tenuto sotto scacco da un hacker misterioso. Protagonista della serie è Sofia, una studentessa del liceo locale alle prese, come molti dei suoi compagni, con drammi e problemi familiari. Ogni studente dell’istituto nasconde dei segreti, che nelle mani sbagliate potrebbero diventare potenti armi da utilizzare per distruggere la reputazione dei personaggi.

Tra scontri quotidiani e bulli che hanno preso di mira i più deboli, nel liceo frequentato da Sofia arriva Javier, ragazzo dolce e carino, promesso campione del campionato di calcio, destino a cui il ragazzo stesso cerca di ribellarsi per ragioni oscure. Puntata dopo puntata il misterioso hacker continua a minacciare gli studenti di rivelare i loro segreti e l’unica via di fuga sembra essere quella di scoprire l’identità che vi si cela dietro.

Bridgerton

Cosa succede quando Gossip Girl incontra Jane Austen? A rispondere ci ha pensato Shonda Rhimes nella sua serie Bridgerton, ambientata nel XIX secolo dove, nonostante l’assenza di cellulare, l’espressione «XOXO» era già in voga. A Londra, infatti, durante l’era della Reggenza la misteriosa Lady Whistledown conosce ogni segreto dell’high society che puntualmente rivela tramite il suo gazzettino tenendo sotto scacco le famiglie più in vista.

Al centro della serie, adattamento dei romanzi storici di Julia Quinn intitolata “La saga dei Bridgerton”, le vicende di Daphne Bridgerton, la figlia maggiore della potente famiglia Bridgerton, mentre fa il suo debutto nel competitivo mercato matrimoniale dell’alta società londinese. Sperando di seguire le orme dei suoi genitori e trovare il vero amore, le prospettive di Daphne inizialmente sembrano non essere messe in discussione.

Mentre suo fratello maggiore inizia a escludere i suoi potenziali corteggiatori, il foglio dello scandalo dell’alta società scritto dalla misteriosa Lady Whistledown pone Daphne sotto una cattiva luce, almeno finché non entra in gioco il desiderabile e ribelle Duca di Hastings (Regé-Jean Page), scapolo impegnato e considerato match ideale dalle mamme delle debuttanti.

You

Nell’elenco delle serie da guardare se si ama Gossip Girl, You non può mancare. In questa serie infatti ritroviamo uno dei protagonisti di Gossip Girl, Dan, interpretato da Penn Badgley, che in questo caso veste i panni di un sensibile e apparentemente innocuo libraio, Joe Goldberg, che poi si scoprirà invece essere uno stalker psicopatico.

Nel suo mirino finisce la bella e irrisolta Beck che un giorno entra nel negozio di libri antichi dove lavora Joe. L’uomo decide che è lei la donna della sua vita e che deve averla. E così comincia a corteggiarla, agendo allo stesso tempo (a insaputa della ragazza) per eliminare tutte le persone che la circondano e che potrebbero distrarla o allontanarla da lui. Nella seconda stagione ritroviamo Joe in California, alle prese con un nuovo amore, Love, e tanti colpi di scena.

Élite

Come Gossip Girl, anche Élite racconta le storie di un gruppo di ricchissimi adolescenti. A cambiare è l’ambientazione, che non è New York ma la Spagna, Madrid. Il tema della serie, che inizia con un giallo e con la morte di una ragazza, reginetta di bellezza, tratta le differenze sociali come spinta propulsiva per numerose azioni (e ripercussioni) che vanno a tracciare meglio i profili dei personaggi.

La serie è ambientata in un prestigioso liceo privato spagnolo, Las Encinas, frequentato dai rampolli delle più ricche famiglie della Spagna. Ma cosa succede quando tre adolescenti figli di operai sono ammessi in una delle scuole private più esclusive del paese? Lo scontro con i ricchi coetanei sfocia in un omicidio.

Riproduzione riservata