5 libri scritti da donne per le donne

Da Paula di Isabel Allende al saga delle Sette sorelle di Lucinda Riley: 5 libri scritti da donne per le donne.

Il dolore estremo di una madre in Paula di Isabel Allende e gli amori malati di Donne che amano troppo, sino al potere del riordino di Marie Kondo: le donne si raccontano in cinque libri che parlano di vita, di passioni e di avventure. Alla ricerca della serenità e del profondo senso dell’esistenza, queste autrici ci accompagnano in un viaggio straordinario attraverso libri scritti dalle donne per le donne.

Donne che corrono coi lupi di Clarissa Pinkola Estès

Un libro cult e un classico nella letteratura femminista, Donne che corrono coi lupi ha toccato il cuore di milioni di lettrici ed è divenuto un vero e proprio caso letterario. Il testo è stato scritto da Clarissa Pinkola Estès, psicanalista junghiana e guru nella ricerca della felicità. Il libro ci porta attraverso un viaggio di scoperta di noi stesse in un percorso di psicanalisi che parte da un’idea: in ogni donna esiste una “donna selvaggia”. Si tratta di una forza psichica primordiale, feroce e potente, ma anche materna che è stata soffocata da paure, sensi di colpa e insicurezze create dalla società. Per scardinare gli stereotipi la Estès sfrutta miti e fiabe provenienti da diverse culture del mondo per spingere ogni lettrice a ritrovare il proprio “io” interiore e a liberarsi dalle catene. L’obiettivo? Correre coi lupi, perché le donne sono nate per fare questo. “Essere forte non significa allenare i muscoli o fare le flessioni – spiega l’autrice -. Significa trovare la propria luce senza fuggire, vivendo attivamente e in modo personale con la natura selvaggia. Significa essere capaci di imparare, essere capaci di sostenere quello che si sa. Significa sostenersi e vivere”.

Il magico potere del riordino di Marie Kondo

Un manuale e un libro che può cambiare il tuo modo di vedere (e affrontare) la vita. Il magico potere del riordino di Marie Kondo svela un metodo per riordinare casa in modo semplice ed efficace. In un mix fra pratica e filosofia, l’autrice svela come liberarsi del superfluo per fare spazio alle novità e tenere sempre tutto in ordine senza fatica. La bellezza del metodo di Marie sta nel fatto che non dimentica l’emotività legata a vestiti, oggetti e ricordi, proponendo un decluttering efficace, ma non “doloroso”. Se applicato con determinazione, il metodo Kondo è altamente efficace e regala una catarsi psichica inattesa. “Accumuliamo le cose materiali per lo stesso motivo per cui mangiamo: per soddisfare un desiderio – svela l’esperta -. Comprare in maniera compulsiva e mangiare e bere in eccesso sono tentativi di alleviare l’ansia”.

Donne che amano troppo di Robin Norwood

Una pietra miliare e un cult della saggistica femminile, Donne che amano troppo si basa sul racconto dell’esistenza di donne definite “monche”. Il motivo? In un momento della loro vita, per un motivo o per l’altro, hanno scelto di farsi del male per colpa di uomini sbagliati. Le ragioni di queste decisioni affondano le proprie radici in traumi subiti nel passato, dolori nascosti e negati. Con sensibilità e arguzia, l’autrice traccia un sottile filo rosso che unisce tante donne che all’apparenza sembrano molto diverse fra loro. Tutte però sono dotate di coraggio e tenacia, caratteristiche necessarie per fuggire da amori sbagliati e trappole sentimentali, per riscoprire il rispetto per se stesse e l’amore. Un manuale scritto dalle donne, per le donne, che commuove e fa riflettere. “Bisogna amarsi per amare meglio – si legge -. Invece di una donna che ama qualcun altro tanto da soffrirne, bisogna essere una donna che ama abbastanza se stessa da non voler più soffrire”.

Le sette sorelle di Lucinda Riley

Una saga tutta al femminile, scritta da una grande scrittrice che ci porta alla scoperta di tante donne diverse. Avventure appassionanti, travolgenti ed emozionanti che hanno per protagoniste 7 sorelle adottate dagli angoli più disparati della Terra da un misterioso benefattore. Ognuna è in cerca delle proprie origini, fra passato e presente. Le storie di Lucinda Riley sono piene di spunti interessanti, fra rinascite, sofferenza e rivincite. A colpire sono gli intrighi e l’ambientazione esotica e particolare.

Paula di Isabel Allende

Capolavoro di Isabel Allende, Paula è un romanzo, ma anche qualcosa di più. Una sorta di autobiografia raccontata su più piani che affronta temi molto importanti. L’autrice infatti racconta la sua esperienza di madre costretta a vivere e accettare la perdita della figlia Paula, appena 28enne, a causa di una malattia. Con la morte della ragazza per lei inizia un viaggio nel dolore che in qualche modo sarà devastante, ma catartico. La porterà sino alla sofferenza più estrema per riscoprire il vero valore della vita. Struggente e incredibilmente vero, questo romanzo ci svela come il senso dell’esistenza non sia il passaggio di una serie di ere, ma un sentiero difficile e tortuoso per arrivare a un senso di consapevolezza e serenità. “Ora sono costretta a rimanere ferma e silenziosa – spiega la scrittice -; per quanto corra non arrivo da nessuna parte, se grido nessuno mi sente. Ho passato tutta la vita a remare contro corrente; sono stanca, voglio girarmi, abbandonare i remi e lasciare che la corrente mi trasporti dolcemente fino al mare”.

Riproduzione riservata