Entertainment

Jeanne du Barry: Una clip in esclusiva del film con Johnny Depp e Maïwenn Le Besco

jeanne du barry film
Arriva in sala Jeanne du Barry – La favorita del re, il film di Maïwenn Le Besco che ci porta nella Versailles di Luigi XV per raccontarci la sua storia d’amore proibita con la contessa più discussa di Francia.

Dopo le anteprime che hanno caratterizzato tutta l’estate, Notorious Pictures porta al cinema dal 31 agosto Jeanne du Barry – La favorita del re, il film che ha aperto lo scorso Festival di Cannes fuori concorso. Diretto e interpretato da Maïwenn Le Besco, una delle attrici e registe più impegnate di Francia, il film Jeanne du Barry – La favorita del re si ispira alla vera storia di Jeanne Vaubernier alla corte di re Luigi XV.

Jeanne Vaubernier, una giovane donna della classe operaia affamata di cultura e piacere, usa la sua intelligenza e il suo fascino per salire uno dopo l'altro i gradini della scala sociale. Diventa la favorita del re Luigi XV che, ignaro del suo status di cortigiana, riacquista attraverso di lei il suo appetito per la vita. I due si innamorano perdutamente e contro ogni decoro ed etichetta, Jeanne si trasferisce a Versailles, dove il suo arrivo scandalizza la corte...

Jeanne du Barry - La favorita del re: I poster del film

1/2
2/2
PREV
NEXT

Perché un film su Jeanne du Barry

“Tutto è iniziato quando sono andata a vedere Marie-Antoinette di Sofia Coppola nel 2006”, ha spiegato Maïwenn Le Besco nel parlare delle origini del film Jeanne du Barry – La favorita del re. “Perché, non appena è apparsa sullo schermo, sono rimasta affascinata dal personaggio di Jeanne, interpretato da Asia Argento. Sento un legame immediato con lei e ne sento la mancanza non appena abbandona lo schermo. Sono rimasta sedotta da Jeanne du Barry perché è una magnifica perdente. Forse perché la sua vita è simile alla mia, ma non è l'unica ragione. Mi sono innamorata di lei e del periodo storico. Mi sono immersa in una sua biografia particolarmente completa”.

Tuttavia, dal 2006 al 2023 sono passato tanti anni. “Il desiderio di fare un film su di lei è stato immediato, ma è stato ostacolato per dieci anni da un sentimento di illegittimità che ho provato. Ogni volta che finivo un film, mi rituffavo nel libro, ma non sono mai riuscita a superare il mio complesso di inferiorità. Cosa è cambiato poi? L'esperienza acquisita con i film che ho fatto".

"È stato dopo le riprese di Mon roi che tutto si è finalmente ricomposto e che mi sono sentita in grado di affrontarlo, nutrita da questa esperienza sul set e dalla mia cinefilia, che si era rafforzata nel tempo e mi aveva permesso di capire, attraverso i film dell'epoca che avevo visto, cosa mi piaceva e cosa non mi piaceva", ha continuato la regista. "Tutto questo mi ha permesso di costruire nella mia testa il modo in cui avrei potuto dirigere un film su Jeanne du Barry, pur essendo consapevole della quantità di lavoro che avrebbe comportato”.

Jeanne du Barry - La favorita del re: Le foto del film

1/14
2/14
3/14
4/14
5/14
6/14
7/14
8/14
9/14
10/14
11/14
12/14
13/14
14/14
PREV
NEXT

La clip in esclusiva

Jeanne du Barry – La favorita del re è il film che ha riportato a un certo cinema che conta l’attore Johnny Depp, dopo lo scandaloso processo contro l’ex moglie Amber Heard. Maïwenn Le Besco ha infatti voluto lui per il ruolo di Luigi XV. “Ho scritto per tre anni per un attore francese che alla fine si è rifiutato di leggere la sceneggiatura. Mi ci è voluto un po' di tempo per digerire la delusione prima di offrire il ruolo a un altro attore francese che ha subito detto di sì, ma ha dovuto rinunciare per problemi di salute. Da quel momento in poi, ammetto di non aver desiderato un francese per questo ruolo. Un amico mi ha suggerito di fare una wish list, che andasse al di là delle frontiere e delle lingue”.

“Ne ho immaginati tre”, ha proseguito l’attrice, regista e sceneggiatrice. “Ho cercato di contattare il secondo di questa lista perché mi sembrava il più accessibile. E ho aspettato due mesi prima di ricevere una risposta secca di rifiuto dall'assistente del suo agente, senza una parola di spiegazione. Così, quando ho deciso di affrontare il primo della lista, Johnny Depp, non ci ho riposto molta speranza! E mi sbagliavo di grosso: quindici giorni dopo lo incontrai a Londra e mi disse subito di sì. L'ho voluto in questo ruolo innanzitutto perché sono da tempo una grande ammiratrice del suo lavoro”.

“Ma anche perché in questo ruolo, che è fatto più di sguardi e di silenzi che di parole, mi sembrava l'attore ideale per questo tipo di composizione, visti i ruoli che ha interpretato - da Edward mani di forbici a Benny & Joon - e le emozioni che emanava ogni volta. C'è qualcosa di Buster Keaton in Johnny. Infine, sentivo che avesse il lato romantico del ruolo, e che il suo aspetto ipersensibile corrispondesse esattamente al Luigi XV del mio film”.

Ed è proprio Depp che vediamo nella clip in esclusiva del film Jeanne du Barry – La favorita del re insieme a Maïwenn Le Besco.

Riproduzione riservata