Entertainment

Eva Longoria diventa regista e racconta una storia vera

flamin' hot film disney+ eva longoria
Eva Longoria esordisce alla regia con il film Disney+ Flamin’ Hot, in cui racconta la storia di Richard Montañez, un latino-americano che senza alcuna particolare formazione ha agguantato il sogno americano rivoluzionando l’industria degli snack.

Disney+ propone dal 9 giugno la commedia Flamin’ Hot, un film diretto dalla regista e attrice Eva Longoria, celebre per aver interpretato il ruolo di Gabriella Solis nella serie tv ormai cult Desperate Housewives. Flamin’ Hot, con protagonista l’attoe Jesse Garcia, è la storia vera e appassionante di Richard Montañez (Jesse Garcia) che, da inserviente della Frito-Lay, ha stravolto l’industria alimentare sfruttando le sue origini messicano-americane per trasformare i Flamin' Hot Cheetos da snack in un fenomeno iconico della cultura pop globale. 

“La storia di Richard Montañez è qualcosa che mi suona molto familiare perché ha molte assonanze con la mia”, ha dichiarato Eva Longoria. “Sottovalutato da tutti, coltivava il desiderio di essere qualcosa di più di quello che era: non di avere qualcosa in più ma essere qualcosa di più… un sentimento che da sempre nutro anch’io. Penso che chiunque possa identificarsi in ciò e dire di rivedersi sullo schermo”.

Un uomo dalla fiera determinazione

Nel film Disney+ Flamin’ Hot, Eva Longoria racconta la storia di Richard Montañez, un uomo che grazie alla sua determinazione ha scalato i ranghi di Frito-Lay e ha contribuito a creare i Flamin’ Hot Cheetos, lo snack che sconvolse l’industria alimentare e divenne un fenomeno globale della cultura pop.

Montañez è nato in un barrio latino di East los Angeles da genitori di origine messicana alla fine degli anni Cinquanta. Intelligente, ambizioso e sognatore sin da bambino, ha abbandonato la scuola durante l’adolescenza (uno dei suoi più grandi rimpianti) prima di scoprire che senza un diploma o una laurea gli unici lavori che poteva ottenere erano quelli di lavavetri e benzinaio. Ovviamente, non era quello che si auspicava per sé o per il suo futuro.

“Nel maggio del 2017 ho incontrato Richard per la prima volta dopo che mi era stato presentato da un amico in comune”, ha ricordato Linda Yvette Chavez, sceneggiatrice del film Disney+ Flamin’ Hot insieme a Lewis Colick. “Con la moglie Judy, è venuto nel mio ufficio e mi ha raccontato la sua storia: sono stata sopraffatta dall’emozione per la sua capacità di resistenza di fronte alle avversità. E gli ho promesso che avrei fatto diventare la sua vita un film: solo così potevo far conoscere agli altri quali e quante sfide ha dovuto superare per realizzare il suo sogno”.

“La mia storia è comune a milioni di persone”, ha commentato Richard Montañez. “Sono messicano, sono nato in una famiglia operaia e ho combattuto per tutta la vita. Non so cosa significhi non combattere”. È stato infatti grazie alla sua perseveranza che ha ottenuto inizialmente un lavoro di addetto alle pulizie in uno stabilimento locale della Frito-Lay, divisione della Pepsi che produce e distribuisce patatine e snack. Spinto dalla curiosità, Montañez ha cominciato sin da subito a mostrare interesse per la produzione ma le sue possibilità di illustrare le sue idee all’amministratore delegato della società erano pressoché pari a zero.

Ha trascorso così diversi anni a lavorare duramente quando il destino ha fatto sì che il CEO Roger Enrico visitasse lo stabilimento. Ed è stata in quell’occasione che l’uomo senza alcuna istruzione o formazione dalla sua è riuscito ad avere un faccia a faccia con il grande boss. “Fino a quel momento, nessuno nella multinazionale si era interessato al consumatore ispanico: non era negli obiettivi del marketing”, ha spiegato Eva Longoria. “La proposta portata al CEO non era una nuova ricetta ma un’intuizione. C’era un enorme segmento della popolazione degli Stati Uniti a cui nessuno presta attenzione ma che spendeva soldi proprio come tutti gli altri. Occorreva presidiare anche quella fetta di mercato”.

Il resto è storia. Montañez è diventato un dirigente di Frito-Lay e ha raggiunto un livello di successo che ha superato ogni sua più grande ambizione. È diventato così un modello per tutti i messicani americani che finalmente avevano un mito tutto loro: quello di un uomo che con le loro stesse origini, radici e povertà, ha affrontato discriminazione e razzismo per agguantare il sogno americano.

Il poster italiano del film Disney+ Flamin' Hot.
Il poster italiano del film Disney+ Flamin' Hot.

La visione di Eva Longoria

Oggi Montañez, la cui storia viene raccontata nel film Disney+ Flamin’ Hot, vive con la moglie Judy in California e si è ritirato dalla sua posizione dirigenziale alla Frito-Lay. Ha avviato una seconda carriera come scrittore e autore motivazionale, del resto le storie di chi dal nulla agguanta il successo sono da sempre i modelli da imitare per il raggiungimento del tanto agognato sogno americano.

Tuttavia, la storia di Montañez si è rivelato diversa da tutte le altre proprio per le origini messicane dell’uomo, che per un film a lui dedicato ha voluto che a dirigerlo ci fosse un suo connazionale. “Sin da quando ho incontrato la prima volta Eva Longoria non ho avuto dubbi: sarebbe stata lei la regista”, ha dichiarato Richard Montañez. “Premurosa, preparata, impegnata e gentile, sa come prendersi cura delle persone. E, in più, come me è di origine ispanica”.

Flamin’ Hot, il film proposto in esclusiva da Disney+, non è però solo il racconto di come dal nulla Montañez sia diventato un tycoon: è soprattutto un film sulla forza della fede e della famiglia in grado di sostenere un uomo e di favorirne il cammino. “Non è la storia di come siano nati i Flamin’ Hot Cheetos. No, è semmai la storia di Richard Montañez e della sua affascinante vita”, ha tenuto a specificare Eva Longoria. “Se solo avessimo voluto, avremmo potuto soffermarci solo sulla sua infanzia per quanto era interessante! Su una cosa però sono stata ferma sin dall’inizio: alla realizzazione del mio primo lungometraggio da regista avrebbe dovuto lavorare solo gente che capiva e conosceva le istanze della comunità latino-americana”.

“L’autenticità e l’aderenza alla realtà erano la mia priorità”, ha affermato Longoria. Ragione per cui la parte del protagonista del film Disney+ Flamin’ Hot è andata all’attore Jesse Garcia. “Ho voluto conoscere Richard personalmente”, ha evidenziato. “E la storia della sua ascesa contro ogni ostacolo in qualche modo mi ha ricordato la mia. Anch’io ho vissuto periodi della mia carriera in cui le cose non andavano bene, rimanendo al palo e in attesa che cambiasse ma mai senza perdere determinazione e costanza”.

Flamin' Hot: Le foto del film

1/14
2/14
3/14
4/14
5/14
6/14
7/14
8/14
9/14
10/14
11/14
12/14
13/14
14/14
PREV
NEXT
Riproduzione riservata