Entertainment

Cannes 2024: Caught by the Tides, una generazione alla deriva

caught by the tides film
Arriva in concorso a Cannes Caught by the Tides, il nuovo film del cineasta Jia Zhang-ke. Prossimamente nei cinema italiani, racconta una storia che si protrae per vent’anni sullo sfondo dei cambiamenti socio-culturali della Cina.

Caught by the Tides, il nuovo film diretto da Jia Zhang-ke, verrà presentato in concorso al Festival di Cannes 2024 e arriverà prossimamente nelle nostre sale grazie a Teodora Film. Il film Caught by the Tides, che si sviluppa attraverso un arco temporale di oltre vent'anni, esplora la trasformazione sociale e personale nella Cina dei primi anni 2000 fino agli anni recenti, seguendo la storia d'amore tra Qiaoqiao e Bin. La narrazione si immerge nelle sfide, nelle separazioni e nei ricongiungimenti che caratterizzano le loro vite, offrendo uno spaccato intenso e personale della società cinese contemporanea.

Le riprese del film Caught by the Tides sono iniziate nel 2001 e si sono protratte per oltre due decenni, terminando solo nel 2023 a Datong. Questa lunga gestazione ha permesso al regista di catturare le evoluzioni culturali, economiche e sociali di un paese in rapida trasformazione, utilizzando diversi formati di registrazione, dalla DV all'Alexa e alla realtà virtuale.

Vent’anni di cambiamenti

Jia Zhang-ke ha descritto il processo di creazione del film Caught by the Tides come un tentativo di trovare connessioni tra momenti diversi, non seguendo un ordine cronologico lineare ma piuttosto una relazione più complessa e stratificata, simile alla fisica quantica. “Non ho seguito un percorso lineare nella narrazione; piuttosto, è come se avessi tessuto una ragnatela, collegando punti sparsi nel tempo e nello spazio. È un tentativo di catturare la fluidità della vita stessa, che non segue mai un percorso prevedibile”, ha dichiarato.

Il regista ha voluto come titolo originale l’espressione cinese "Fengliu Yidai", che significa "una generazione alla deriva", per riflettere la natura romantica e turbolenta della generazione ritratta nel film. “Il titolo è molto evocativo. Questa generazione ha navigato attraverso enormi cambiamenti, tenendo il passo con le onde di una società che non smette mai di muoversi e trasformarsi”, ha commentato.

La musica gioca un ruolo cruciale in Caught by the Tides. La collaborazione con il compositore taiwanese Lim Giong ha portato una tonalità poetica e malinconica alla narrazione. Inoltre, il film include diciannove canzoni di rock cinese che attraversano diverse epoche, riflettendo le emozioni e i sentimenti dell'epoca rappresentata. Il silenzio del personaggio principale, Qiaoqiao, che sceglie di non parlare, è usato come dispositivo narrativo per enfatizzare la complessità delle emozioni che sfidano una facile articolazione. “Ho scelto il silenzio per Qiaoqiao come una forma di resistenza. In un mondo che cambia così rapidamente, il silenzio può essere più eloquente di mille parole. È un vuoto che invita lo spettatore a riempire con le proprie interpretazioni e sensazioni".

Il film non solo racconta una storia d'amore, ma si immerge anche profondamente nelle dinamiche sociali e culturali della Cina moderna. Esamina l'alienazione, la resilienza e la sopravvivenza attraverso i suoi personaggi, in particolare la figura di Qiaoqiao, una donna che rappresenta sia la vulnerabilità sia la forza di fronte al cambiamento incessante.

Caught by the Tides è un'epica cinematografica che non solo documenta, ma anche interpreta le onde di cambiamento che hanno modellato la società contemporanea, rendendolo un candidato forte per i riconoscimenti del festival. Con questo film, Jia Zhang-ke continua a consolidare il suo ruolo come cronista visivo della Cina moderna, offrendo al pubblico globale uno sguardo complesso e maturo sulle realtà della vita in un mondo in rapido cambiamento.

Caught by the Tides: Le foto del film

1/3
2/3
3/3
PREV
NEXT
Riproduzione riservata