Un carnevale inclusivo? Grazie all’adaptive fashion sì

Girandole di colori, sogni, principesse, draghi, maschere grottesche ed esilaranti, scherzi divertenti e sfilate. Sto parlando ovviamente del carnevale, festa spumeggiante tanto amata dai più piccini ma anche dagli adulti. L’incantesimo carnevalesco, infatti, regala sempre allegria, leggerezza e spensieratezza, doni che, soprattutto in questi ultimi tempi, desideriamo tutti un po’ di più. Ma si tratta di una festa che include tutti?

Nel giorno di carnevale si dà spazio all’immaginazione e si regala ai bambini la possibilità di viaggiare in un mondo magico fatto solo di realtà bellissime. Ed ecco che i più piccoli si mascherano dai loro supereroi preferiti, da principesse o dai cartoni animati del momento.

Nei miei ricordi vive soprattutto questo lato della medaglia, anche perché ho trascorso i miei primi 12 anni di vita in ospedale a causa della mia disabilità che mi costringeva a ricoveri frequenti.

Ma se rovisto bene nella memoria riesco a trovare anche qualche festa di carnevale trascorsa lontano da dolori e sofferenze. Rammento però nitidamente la difficoltà di trovare un vestito di carnevale comodo e che non mi desse difficoltà in carrozzina.

Quello da principessa era troppo ingombrante e rischiavo di strapparlo nelle ruote della carrozzina, quello da Sailor Moon troppo corto e scomodo se seduta in sedia a rotelle.

Parliamoci chiaro e con sincerità: questo succedeva perché i costumi di carnevale sono scomodi un po’ per tutti, e se pensiamo ai bambini che sono in carrozzina o hanno problemi di coordinazione motoria, diventa veramente un’impresa da supereroi trovare qualcosa di bello, comodo e funzionale.

Da pochi giorni, invece, ho scoperto una cosa grandiosa. Rubie’s, azienda produttrice di costumi e travestimenti per ogni occasione di festa, ha ideato una linea adaptive, pensata proprio per bambine e bambini con disabilità, che garantisce non solo una maggiore vestibilità, ma anche la possibilità di essere indossata comodamente da seduti, grazie ad alcuni dettagli specifici, come le aperture sul retro per permettere il passaggio dei diversi meccanismi di drenaggio, ricoperti a loro volta dal tessuto del costume. Insomma, si tratta di costumi davvero studiati ad hoc per essere facilmente indossati da tutti.

La linea di costumi adaptive di Rubie’s


1/3

702860 Capitan America Adaptive
2/3


3/3


PREV

NEXT

  • inclusività
  • Riproduzione riservata