Good News/Bad News: le notizie dal mondo sul fronte dei diritti civili di dicembre 2022

Nuovo appuntamento con la rubrica mensile dedicata ai diritti civili: questo mese si parla di Tampon Tax - con un taglio ulteriore dell'iva e un'università italiana che li distribuisce gratis - ma anche di gaslighting, scelta come parola dell'anno da un dizionario, e dalla proposta di legge francese per inserire il diritto all'aborto in Costituzione

La Legge di Bilancio 2023 taglia l’iva sugli assorbenti

Nel disegno di legge di bilancio per il 2023, approvato dal nuovo governo Meloni, è stata inserita anche la riduzione della cosiddetta “Tampon Tax”: l’iva sugli assorbenti non compostabili passerà dal 10 al 5%, e viene dunque dimezzata dopo che, lo scorso anno, il governo Draghi l’aveva già abbassata dal 22 al 10%.

Si tratta di un ulteriore passo avanti nel rendere questi prodotti indispensabili più accessibili, arrivando prima o poi - questa la speranza - a renderli completamente gratuiti, come accade per esempio in Scozia.

Nel 2016 il Comune di Firenze aveva lanciato una campagna in proposito, chiedendo al governo di abbassare l’iva sugli assorbenti dal 22% al 4%. Alla campagna avevano aderito numerose amministrazioni italiane: «La campagna ha l'obiettivo di rimodulare l’iva in Parlamento, dalla fascia dei prodotti non essenziali a quelli essenziali, per tutti i prodotti igienico-sanitari femminili, tra cui anche, ma non solo gli assorbenti, con cui si affronta la funzione biologica involontaria del ciclo mestruale - aveva spiegato Laura Sparavigna, consigliere del Comune di Firenze e portavoce della campagna - Nel 2021 abbiamo fatto un grande passo avanti con la scesa in campo degli enti locali, che sul modello fiorentino hanno adottato alcuni atti di facilitazione all'accesso dei prodotti essenziali per la salute».

E all’Università di Padova li distribuiscono gratis

L’Università di Padova è la prima università italiana a distribuire assorbenti gratis alla comunità studentesca. Dopo aver avviato una sperimentazione del 2021 nei dipartimenti di Scienze Statistiche e Matematica, l’ateneo ha voluto estendere l’iniziativa posizionando distributori di assorbenti in ognuna delle 32 sedi dipartimentali: per prenderli sarà sufficiente chiedere un gettone alle portinerie.

«Siamo da sempre molto attenti alle esigenze di studentesse e studenti, impegnandoci nel rendere i luoghi del nostro ateneo inclusivi e accoglienti - ha spiegato Antonio Paoli, prorettore al Benessere dell’Università di Padova - Per questo motivo abbiamo avviato quasi due anni fa una sperimentazione che riguarda urgenze relative a un bene di primaria necessità: ora andremo a rendere strutturale e capillare la presenza dei distributori».

Entro la fine dell’anno accademico in corso, dunque, in tutti i dipartimenti dell’Università sarà presente un distributore di assorbenti cui si potrà attingere in caso di necessità. Un’iniziativa che ha riscosso molto successo all’interno della comunità studentesca, anche alla luce della battaglia che si combatte ormai da anni per tagliare quanto più possibile l’iva.

Gaslighting è la parola dell’anno del dizionario Merriam-Webster

Il dizionario statunitense Merriam-Webster ha scelto “gaslighting” come parola del 2022. Questo perché nell’anno che volge al termine le ricerche del termine “gaslighting” sono aumentate del 1740%, segno che un sempre maggior numero di persone è interessato a sapere di più sulla manipolazione psicologica.

Il dizionario ha deciso di definire il gaslighting come la manipolazione psicologica, appunto, “di solito per un lungo periodo di tempo, che induce la vittima a mettere in dubbio la validità dei propri pensieri, la sua percezione della realtà o i suoi ricordi, e tipicamente porta a confusione, perdita di fiducia e autostima, incertezza del proprio stato emotivo o stabilità mentale e dipendenza dall'autore del reato”.

Si tratta insomma, a tutti gli effetti, di una forma di violenza e abuso psicologico, come sottolinea lo stesso dizionario: «Il gaslighting può essere un mezzo molto efficace per l’abusante di controllare un individuo. Avviene in modo graduale, così che la vittima percepisca ogni evento come singolare e non si renda conto di essere controllata e manipolata. Una tecnica classica è quella di dire alle vittime che gli altri sono pazzi mentre il gaslighter è l’unica fonte di informazioni reali, vere. In questo modo la vittima mette in dubbio la sua stessa realtà».

In Francia una proposta di legge per inserire il diritto all’aborto in Costituzione

L’Assemblea Nazionale francese ha votato a favore dell'inserimento in Costituzione del diritto all'interruzione volontaria di gravidanza. La proposta di legge è stata presentata dalla sinistra radicale del movimento La France Insoumise, ed è stata approvata con 337 voti a favore e solo 32 contrari.

La speranza dei proponenti, adesso , è di ottenere anche il consenso del Senato, indispensabile per il via libera definitivo alla riforma costituzionale, senza ricorso al referendum popolare: «È un voto storico - ha detto Mathilde Panot, capofila dei deputati Insoumis - L’Assemblea nazionale parla al mondo, la Francia parla al mondo».

«Tutti portiamo con noi un’eredità che guida il nostro impegno - è stato il discorso della deputata Aurore Bergé - La mia è quella della libertà delle donne, quella di madre. A nome di tutte le donne che hanno combattuto, affinché le nostre figlie non debbano farlo mai più, inseriamo il diritto all'aborto nella nostra Costituzione. Questo momento storico lancia un segnale a tutte le donne combattenti del mondo. Ora è nostra responsabilità che questa modifica costituzionale avvenga».

Riproduzione riservata