Tumori femminili, riparte la “Carovana della Prevenzione”: visite ed esami gratis in molte città

L'iniziativa di Komen Italia tocca diverse località e offre un importante supporto grazie alle unità mobili e al personale a disposizione. In programma anche corse benefiche

In Italia, nel 2023, sono state stimate 395.000 nuove diagnosi di tumore, 208.000 negli uomini e 187.000 nelle donne. Ed è proprio tipicamente femminile il tumore più diagnosticato: il carcinoma della mammella, di cui soltanto nel 2023 sono stati registrati 55.900 casi. Seguono quello al colon-retto (50.500), polmone (44.000), prostata (41.100) e vescica (29.700), numeri in crescita che, secondo i dati dell’associazione Italiana Registri Tumori, sono destinati a salire ancora, in media ogni anno, dell’1,3% negli uomini e dello 0,6% nelle donne.

La diagnosi precoce è uno degli strumenti più importanti per combattere il cancro, ma non sempre è possibile sottoporsi a esami diagnostici specifici, molto spesso troppo costosi. Ed è proprio per andare in aiuto delle donne che ormai da qualche anno è partita la “Carovana della Prevenzione”, l’iniziativa di Komen Italia che offre esami diagnostici gratuiti facendo tappa nelle periferie delle principali città italiane e nelle aree regionali con minor accesso a servizi sanitari di eccellenza.

Che cos'è la Carovana della Prevenzione

La Carovana della Prevenzione si rivolge a donne che vivono in condizioni di disagio sociale ed economico e che per questo dedicano meno attenzione alla propria salute. A maggio il programma itinerante entra nel vivo anche grazie al supporto di Procter & Gamble, che dal 2021 sostiene il progetto di Komen nell’ambito dell’iniziativa “Insieme Siamo Più Forti”. Il progetto riparte quest’anno da Roma, che dal 9 al 12 maggio ospita la 25esima edizione della Race for the Cure, la più grande manifestazione al mondo per la lotta ai tumori del seno organizzata da Komen Italia, in scena al Circo Massimo.

Il camper di Komen Italia parte dunque proprio da Roma e, per tutto maggio, toccherà altre 8 località principalmente in provincia di Cosenza: Aieta, Amantea, Diamante, Maierà, San Nicola Arcella e Scalea. Sarà poi presente a Monte Compatri, in provincia di Roma, e a Civitavecchia.

Nelle date in cui il camper sarà presente nelle città (qui il calendario completo), grazie alle unità mobili e al personale sanitario a disposizione le donne potranno sottoporsi gratuitamente a esami diagnostici (mammografie, ecografie mammarie, ecografie ginecologiche e Pap test, e visite cliniche) per la diagnosi precoce dei tumori del seno e del collo dell’utero, avere consulenze specialistiche ed esami diagnostici di prevenzione secondaria (come per esempio ecografie della tiroide, visite dermatologiche con epiluminescenza), e ancora partecipare a laboratori pratici e sessioni educative di promozione dell’attività fisica, del benessere e della corretta alimentazione per incoraggiare l’adozione di stili di vita sani.

Gli operatori offriranno anche programmi ad hoc finalizzati ad aiutare le pazienti che hanno vissuto una malattia oncologica a recuperare un pieno benessere psico-fisico e il miglior ritorno alla vita attiva, e saranno organizzati eventi di sensibilizzazione alle tematiche della salute e di promozione dello sport e della attività fisica per gli studenti.

Al Circo Massimo la 25esima edizione della Race For The Cure

Le prime due tappe, quelle romane, sono però particolarmente significative perché pretendono un evento tra i più importanti nel campo della lotta ai tumori femminili: la Race For The Cure, che quest’anno celebra a Roma, nella cornice del Circo Massimo, la sua 25esima edizione.

Protagoniste della Race for the Cure sono le “Donne in Rosa”, donne che stanno affrontando o hanno affrontato il tumore del seno e che con la loro speciale maglia rosa sensibilizzano l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione, mandando un forte messaggio di incoraggiamento alle 56.000 donne che in Italia ogni anno si confrontano con la malattia.

Grazie alla Race for the Cure, Komen Italia ha potuto investire oltre 26 milioni di euro per dare avvio a più di 1.500 nuovi progetti di promozione della prevenzione e supporto alle donne operate, su tutto il territorio nazionale. Per l’occasione, nei dintorni del Circo Massimo verrà allestito il Villaggio delle Salute, in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, l’Ospedale Isola Tiberina - Gemelli Isola e la partecipazione di altri presidi ospedalieri, grazie al contributo di Fondazione Johnson&Johnson e Fondo FASDA.

Il Villaggio della salute offrirà gratuitamente prestazioni e consulenze aperte a tutti, e, grazie all’ausilio delle unità mobili della Carovana della Prevenzione, un percorso dedicato a donne in condizioni di fragilità socioeconomica e, per la prima volta, a transgender. Ci saranno poi un’area benessere, un’area kids e il palco in rosa, che ospiterà dibattiti e incontri. Il culmine domenica 12 maggio, quando le partecipanti alla corsa partiranno per cimentarsi nella 10 chilometri. Altre corse si terranno a Bari (17-19 maggio), Bologna (20-22 settembre), Brescia (27-29 settembre) e Matera (27-29 settembre).

Riproduzione riservata